Terni, il grazie alla città del prefetto Angela Pagliuca

Terni, il grazie alla città del prefetto Angela Pagliuca

Il prefetto va a Pisa, la lettera di congedo dal territorio ed il ringraziamento alle varie istituzioni

share

Lascia Terni il prefetto Angela Pagliuca, chiamata a svolgere lo stesso incarico a Pisa. In vista del nuovo incarico, il prefetto ha voluto congedarsi dal territorio indirizzando alle Istituzioni e alla popolazione ternana la lettera di commiato.

Di seguito il testo integrale della sua lettera aperta.

“Nel lasciare la sede di Terni per assumere le funzioni di prefetto della Provincia di Pisa, rivolgo il mio più cordiale saluto a tutto il territorio. Saluto con l’animo sereno di chi ha dedicato ogni sforzo possibile nell’assolvimento dei propri compiti grazie anche al rapporto di collaborazione che si è instaurato da subito con i rappresentanti di tutte le Istituzioni e, attraverso di essi, con l’intera comunità.

Ho dedicato attenzione alle problematiche della legalità, della sicurezza, della protezione civile, dell’assistenza ai profughi coinvolgendo i sindaci con i quali sono stata impegnata per assicurare la coesione sociale e rafforzare la fiducia dei cittadini nelle Istituzioni. Grazie anche al coinvolgimento del mondo associativo abbiamo affrontato con razionalità e spirito costruttivo l’emergenza immigrazione.

Significativa la collaborazione con le scuole che ha segnato un momento di concreto lavoro comune con i dirigenti, gli insegnanti e il personale scolastico soprattutto in occasione della borsa di studio istituita con il sostegno della CARIT per celebrare i 70 anni del voto alle donne. Gli studenti hanno lavorato d’intesa con i loro insegnanti manifestando entusiasmo e creatività su un tema che evidentemente era sentito.

Costruttiva la cooperazione con i rappresentanti del mondo imprenditoriale e delle organizzazioni sindacali – che saluto – con i quali non si è persa occasione per valorizzare e incrementare gli sforzi diretti a salvaguardare la produzione locale.

Costante è stata a mia attività di coordinamento, anche attraverso i tavoli del Comitato per l’ordine e la Sicurezza Pubblica, con le Forze di Polizia territoriali cui va tutto il mio plauso sincero per aver operato con senso della misura, spirito di collaborazione e, quel che più conta, con efficacia. Un ringraziamento al questore Carmine Belfiore, di recente destinato a svolgere le funzioni in altra provincia, ai comandanti provinciali dei Carabinieri Col. Giovanni Capasso e della Guardia di Finanza Col. Vincenzo Volpe. Un benvenuto al questore Antonino Messineo con i più fervidi auguri di proficuo lavoro a Terni. Il mio apprezzamento va altresì al comandante provinciale dei Vigili del Fuoco, Paolo Mariantoni e a tutti i suoi collaboratori per il grande ed insostituibile impegno profuso, in particolare in occasione del sisma che ha colpito anche questa Provincia.

Saluto con viva cordialità la magistratura, la presidente Rosanna Ianniello ed i giudici del tribunale, il procuratore capo Alberto Liguori con i suoi sostituti, l’Avvocatura distrettuale dello Stato, i dirigenti e il personale tutto degli Uffici statali e parastatali

Un saluto alla Presidente della Regione Marini, agli Amministratori regionali, provinciali e comunali.

In tutti ho trovato collaborazione, aiuto e sostegno, pur nel rigoroso rispetto dell’autonomia e delle relative funzioni. Un caloroso augurio di buon lavoro al Sindaco di Terni e a tutti i Sindaci con i quali ho avuto relazioni di proficua collaborazione per tutte le iniziative che li hanno coinvolti e agli operatori del terzo settore, sempre attenti alle persone più deboli.

Saluto Padre Giuseppe Piemontese, vescovo di Terni-Narni-Amelia, i vescovi di Orvieto-Todi e di Spoleto-Norcia e i rappresentanti delle altre religioni.

Ringrazio i giornalisti e i rappresentanti della stampa che hanno voluto prestare attenzione con spirito costruttivo alle iniziative della Prefettura e delle istituzioni locali.

Un altrettanto sincero saluto alle tante persone con cui ci siamo incontrati in occasioni di lavoro e anche fuori.

Infine un grazie per il lavoro svolto a tutto il personale della Prefettura, a tutti i dirigenti e al viceprefetto Vicario dott. Andrea Gambassi che hanno svolto i loro compiti in modo irreprensibile e costruttivo e, comunque, sempre nel rispetto della Costituzione e delle Leggi.

Grazie a tutti”.

share

Commenti

Stampa