TERNI: E' UFFICIALE, IL PROF. ANTONIO BALDASSARRE SI CANDIDA A SINDACO

TERNI: E' UFFICIALE, IL PROF. ANTONIO BALDASSARRE SI CANDIDA A SINDACO

share

 L’Associazione Culturale “Rinnoviamo insieme Terni” annuncia che venerdì 30 Gennaio, alle ore 12.00 presso l’Hotel Michelangelo in Viale della Stazione 63, il Prof. Antonio Baldassarre ufficializzerà, nel corso di una apposita conferenza stampa, la propria candidatura a sindaco di Terni.

Prende così avvio la campagna elettorale del Prof. Baldassarre originario di Terni e con una prestigiosa carriera alle spalle che lo ha portato a ricoprire la carica tra l'altro di Presidente della Corte Costituzionale , ed in tempi più recenti anche quella di Presidente della Rai.

Nel motto dell'Associazione ” Rinnoviamo insieme Terni” si legge ” Qualità e merito, diritti e responsabilità, impegno, solidarietà e famiglia, saranno per tutti noi valori condivisi di riferimento per ripartire insieme a tutti coloro che vorranno raccogliere la sfida per il rinnovamento”.

Sarà dunque un pò questo il Leit motiv della Campagna elettorale del Professore, ed il compito è sicuramente stimolante in una città che ha visto in questi  ultimi anni una serie di riconoscimenti nazionali per il  livello di qualità della vita e di gradimento del Primo cittadino attuale, Paolo Raffaelli.

 

 

Alcuni cenni biografici sul Prof. Baldassarre:

 

Presidente Emerito della Corte Costituzionale

Diplomato al Liceo Classico “G.C. Tacito” di Terni, nel 1963 si laurea in Giurisprudenza presso l'Università di Roma

Cattedratico a 29 anni, ha insegnato Diritto Costituzionale presso le Università di Camerino e Perugia; attualmente è professore ordinario presso la Facoltà di Giurisprudenza della Luiss – Guido Carli di Roma, di cui è stato anche vice-preside. È tuttora docente di Institutiones iuris civilis publici presso la Pontificia Università Lateranense (Città del Vaticano).

Nel 1982 è a Yale in qualità di “Visiting Professor” nella Institution for Social and Policy Studies.

L'8 agosto 1986 viene nominato giudice costituzionale dal presidente della Repubblica Italiana (giura l'8 settembre 1986).

Il 23 febbraio 1995 è eletto a presidente della Corte Costituzionale. A 55 anni è il più giovane giudice ad aver mai ricoperto tali funzioni (Livio Paladin è nato nel 1933 ed è stato eletto presidente della Corte nel 1985: cfr. http://www.cortecostituzionale.it/composizione/giudicicostituzionali/presidenti.asp) Cessa dalla carica di Presidente l'8 settembre 1995. Nei nove anni alla Corte Costituzionale ha redatto oltre 400 sentenze.

Negli anni successivi è stato presidente del Giurì della pubblicità (1996), presidente della filiale italiana della banca inglese Greenwich National Westminster (1998), presidente del Comitato di autocontrollo della Borsa di Milano, presidente della Sisal (1999-2003?) e presidente del Consiglio di amministrazione della Rai (2002), nominato durante il secondo governo Berlusconi.

Titolare di studio professionale a Roma.

Nel 2007 è stato advisor legale di un gruppo di imprese in corsa per l'acquisto di Alitalia.

Autore di molti saggi su riviste italiane ed estere inerenti il diritto costituzionale, tra le sue pubblicazioni c'è il libro Una Costituzione da rifare (Giappichelli, 1998).

Attualmente è membro del Comitato d'Onore dell'Associazione Italiana degli Operatori di Pace Nazioni Unite – CABLIT.

Da anni vive a Terni, dove è stato per pochi mesi anche consigliere comunale PCI negli anni ottanta.

share

Commenti

Stampa