Terni, devastante incendio a Vascigliano

Terni, devastante incendio a Vascigliano

Fiamme avvolgono stabilimenti della “Cores” e minacciano deposito caravan

share

Ancora una volta Vascigliano (Stroncone) è stata il teatro di un devastante incendio che ha interessato l’azienda di materiali plastici “Cores”. Alla mente infatti è subito scattato il collegamento con il disastro del 2009 della “Ecorecuperi”, sempre a Vascigliano, in seguito al quale, lo scorso 9 aprile, è stato condannato l’ex legale della ditta.

L’incendio è divampato intorno alla mezzanotte di ieri e le fiamme hanno subito avvolto l’intero stabilimento, mettendo anche a rischio il deposito di camper adiacente alla “Cores”.

Tuttavia, grazie all’intervento dei Vigili del Fuoco, i danni sono stati circoscritti soltanto a pochi mezzi, alcuni dei quali sono stati spostati anche a mano. Sul posto si è reso necessario l’intervento dei caschi rossi di Terni, Amelia e Perugia (da dove sono partiti mezzi schiumogeni), che hanno lavorato per tutta la notte, e continuano anche questa mattina, per riportare la situazione alla norma e bonificare l’area.

Molta la preoccupazione tra gli abitanti della zona che sono scesi in strada per seguire gli sviluppi della vicenda, ma anche dei proprietari dei mezzi parcheggiati nel deposito caravan. Il momento più drammatico tra i residenti è coinciso con l’inizio delle esplosioni di alcuni depositi di gas che hanno aumentato la paura.

Al momento, sono ancora in corso le indagini per stabilire le cause dell’incendio e quantificare i danni sia in termini materiali, che in termini ambientali, causati dal rogo. Sul posto erano presenti, oltre agli agenti della questura, anche i tecnici dell’Arpa per i rilievi del caso.

share

Commenti

Stampa