Ternana Calcio, primo round in tribunale per l'ex ds Cozzella - Tuttoggi

Ternana Calcio, primo round in tribunale per l’ex ds Cozzella

Redazione

Ternana Calcio, primo round in tribunale per l’ex ds Cozzella

Il giudice del lavoro di Terni ha respinto l'eccezione preliminare della Ternana Calcio, il 20 febbraio il tentativo di conciliazione in aula
Lun, 10/07/2017 - 17:59

Condividi su:


Ternana Calcio, primo round in tribunale per l’ex ds Cozzella

Doccia fredda per la Ternana Calcio che perde il “primo round” contro l’ex direttore sportivo Vittorio Cozzella nella causa del lavoro da lui intentata. Nel merito, però, si entrerà a febbraio.

Con provvedimento emesso in data odierna (10 luglio), infatti, il Giudice del Lavoro del Tribunale di Terni Dr. Pierluigi Panariello ha stabilito che la causa promossa dall’ex ds Vittorio Cozzella (con gli Avvocati Paolo Crescimbeni e Maria Teresa Lavari) contro la Ternana Calcio spa è stata dallo stesso correttamente promossa dinanzi al Giudice del Lavoro del Tribunale di Terni ; il Giudice ha infatti respinto l’eccezione preliminare di Ternana Calcio S.p.a. di incompetenza del Tribunale adito ed ha fissato l’udienza del 20.2.2018 dinanzi a sé per la comparizione personale delle parti ed il tentativo di conciliazione.

Chiarisce il Giudice nell’odierno provvedimento che “le controversie tra società e tesserato, in difetto di accettazione espressa di specifica clausola compromissoria (ndr che devolva la controversia ad altro Giudice, nella specie al Collegio Arbitrale Federale), sono deferite all’autorità giudiziaria competente“. Clausola compromissoria che il Cozzella e la Ternana Calcio S.p.a. non sottoscrissero espressamente nel contratto individuale di lavoro il quale peraltro non ha recepito espressamente né la clausola compromissoria dell’accordo collettivo 30.1.2013 né la clausola compromissoria della Statuto della FIGC. La causa resta quindi a Terni e sarà il Giudice del Lavoro di Terni a stabilire se il licenziamento è stato legittimo o meno nel merito. Intanto il 20.2.2018 il Giudice tenterà la conciliazione delle parti.


Condividi su:


Aggiungi un commento