Tempio Consolazione Todi, sulla proposta UNESCO dialogo a distanza tra presidente Orsini e consigliere Cocconari

Tempio Consolazione Todi, sulla proposta UNESCO dialogo a distanza tra presidente Orsini e consigliere Cocconari

L’avvocatessa Claudia Orsini, intervenendo sulla proposta di Cocconari, “Evitare strumentalizzazioni politiche ed indebite ingerenze, o attribuzioni di paternità.”

share

“In qualità di Presidente di Etab-La Consolazione intervengo nella discussione animatasi con la proposta del consigliere Coccanari di inserire il tempio di Santa Maria della Consolazione quale patrimonio mondiale tutelato da UNESCO, solo per evidenziare come l’indiscussa particolarità ed il pregio del monumento di cui Etab è proprietario e custode ne abilita a pieno titolo la richiesta.”

Inizia così una nota della presidente dell’Ente, l’Avvocatessa Claudia Orsini, a commento della recente iniziativa del consigliere comunale Cristiano Cocconari per l’inserimento del Tempio di Santa Maria della Consolazione tra i monumenti patrimonio mondiale tutelati dall’UNESCO.

La Orsini aggiunge poi una precisazione che segna una linea di demarcazione tra la gestione dell’Ente e la pur legittima iniziativa politica del consigliere Cocconari, “Rappresentando l’istituzione che da tanti anni opera nel territorio vorrei, però, evitare strumentalizzazioni politiche ed indebite ingerenze, o attribuzioni di paternità.”

“Ritengo sia a tutti noto- chiarisce la Orsini- come l’iter per raggiungere l’obiettivo sia complesso e richieda un forte impegno non solo da parte dell’Ente che , infatti, ove riterrà di portare avanti l’iniziativa, dovrà avere il necessario supporto delle istituzioni a tutti i livelli, unitamente al convinto sostegno della cittadinanza e dei tanti che hanno a cuore il monumento e la città di Todi. Al momento si può solo precisare che la proposta è stata prontamente inserita tra gli argomenti da trattare nel prossimo CDA e ribadire come con questo spirito e con questo rigore istituzionale si intende procedere

Legittima, quindi, l’iniziativa del singolo consigliere ed anzi ben condivisibile la proposta.”

“Legittima anche la condivisione delle proprie riflessioni con la stampa, mentreaggiunge in chiusura la presidente Orsini- non è possibile alimentare polemiche politiche su un tale argomento che, si ripete, verrà affrontato dal CDA con la consueta serietà, nella consapevolezza che un eventuale esito positivo sarà il risultato non solo di una delle più importanti e storiche istituzioni cittadine, ma sarà il risultato di tutti.”

share

Commenti

Stampa