Sulla vecchia ‘Val di Chienti’ spunta il cantiere per eliminare il semaforo di Colle San Lorenzo

Sulla vecchia ‘Val di Chienti’ spunta il cantiere per eliminare il semaforo di Colle San Lorenzo

Il senso unico alternato dovrebbe cessare per i primi di agosto con il ripristino della frana e della viabilità

share

Quando e come si farà l’ormai famoso ‘svincolo di Scopoli’ resta ancora da capirlo, ma intanto, questa mattina, gli abitanti della Val Menotre hanno avuto una bella sorpresa: dopo circa un anno sono finalmente partiti i lavori di risanamento della ‘frana’ di Colle San Lorenzo.

Vedere una ruspa al lavoro nei pressi dell’odiatissimo semaforo che da dodici mesi regola – anzi, blocca – la circolazione sul tracciato della vecchia ‘Val di Chienti’ è stata un’emozione, anche perchè avevano quasi perso le speranze dopo solleciti, promesse, rinvii e rimpalli di competenze.

L’Anas ha attivato il cantiere di lavoro e così luglio si è aperto con gli operai all’opera lungo un tratto di circa un centinaio di metri complessivi.

Finirà così presto, o almeno lo sperano gli automobilisti di passaggio, l’incubo quotidiano del senso unico alternato. Un sospiro di sollievo anche per i tanti motociclisti ed i turisti che ormai da tempo affollano le località di Pale, Scopoli, Rasiglia ed altri borghi della Val Menotre.

Più che di frana vera e propria si tratta esattamente di una serie di smottamenti che furono causati, lo scorso anno, da abbondanti precipitazioni e furono gli stessi responsabili dell’Anas ad annunciare lavori entro aprile, per operare in condizioni meteo favorevoli e seguendo un cronoprogramma di quattro settimane circa.

Se sarà la volta buona – a questo punto il condizionale è d’obbligo – l’intero tratto dovrebbe essere perfettamente transitabile per i primi giorni di agosto. E per fortuna che doveva essere un impianto semaforico, provvisorio, che tra l’altro, è stato rubato svariate svolte.

share

Commenti

Stampa