Stato di agitazione alla centrale Enel di Pietrafitta | Sindaco Ferricelli "Attenzione è alta" - Tuttoggi

Stato di agitazione alla centrale Enel di Pietrafitta | Sindaco Ferricelli “Attenzione è alta”

Redazione

Stato di agitazione alla centrale Enel di Pietrafitta | Sindaco Ferricelli “Attenzione è alta”

Mobilitazione della Filctem Cgil, contro il ridimensionamento dell'organico deciso da Enel | Comune di Piegaro si schiera a difesa dei lavoratori
Mer, 07/08/2019 - 12:14

Condividi su:


Stato di agitazione alla centrale Enel di Pietrafitta | Sindaco Ferricelli “Attenzione è alta”

È stato di agitazione alla centrale Enel di Pietrafitta (Pg), con blocco degli straordinari dall’11 agosto all’8 settembre. La mobilitazione è stata decisa dalla Filctem Cgil, con l’appoggio della maggioranza dei lavoratori, con l’obiettivo di ottenere “un miglioramento delle condizioni occupazionali e in particolare della distribuzione dei carichi di lavoro”.

Il sindacato contesta infatti il dimensionamento previsto da Enel, che porterà le unità operative in centrale a 24, numero che “non consente una copertura dei turni adeguata senza il ricorso allo straordinario, né una corretta distribuzione dei carichi in un impianto che attualmente funziona a ciclo continuo e sette giorni su sette”.

La decisione di indire lo il blocco degli straordinari è maturata nei giorni scorsi dopo una riunione tra i lavoratori e la Filctem Cgil che si è svolta nel piazzale della centrale, visto che l’azienda aveva negato l’uso della sala interna fuori dall’orario di lavoro. “Il nostro obiettivo naturalmente è quello di ripristinare al più presto corrette relazioni sindacali e arrivare ad un’intesa con Enel – commenta Euro Angeli, segretario generale della Filctem Cgil di Perugia – ma al tempo stesso siamo pronti a portare avanti la mobilitazione qualora l’atteggiamento di chiusura dell’azienda dovesse permanere”.

Sulla vertenza interviene il sindaco di Piegaro, Roberto Ferricelli: “Seguiamo con grande attenzione lo stato di mobilitazione dei lavoratori della Centrale Enel di Pietrafitta”.

“Siamo stati presenti – spiega – all’incontro presso il Prefetto di Perugia e in quella occasione l’auspicio era che le parti giungessero quanto prima ad un accordo risolutivo. Condividiamo – aggiunge Ferricelli – i timori sul versante sindacale, a cui si aggiungono anche elementi di preoccupazione rispetto alle questioni legate alla sicurezza sul lavoro e ambientale, poiché non si può trascurare il fatto che presso questo impianto esistano elementi di rischio ambientale e idraulico. Nel rispetto delle scelte aziendali, sollecitiamo dunque una rapida risoluzione della vertenza”.

“L’Amministrazione comunale – precisa poi Ferricelli – confida sulla prospettiva di una positiva ricaduta occupazionale sul territorio, ma rimane alta l’attenzione sul futuro dell’impianto che ci auguriamo sia oggetto di investimenti aziendali volti a migliorare e ottimizzare le capacità produttive dello stesso. In questa fase di transizione che approderà all’abbandono definitivo del carbone, questo impianto diventa strategico per tutta l’Umbria e funzionale. Pertanto necessita di un’attenzione particolare da parte di Enel e Regione che dovranno investire adeguatamente su questo presidio per evitare che nel giro di poco tempo risulti obsoleto”.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!