Spoleto59, nel primo weekend tre appuntamenti con l'Arma dei Carabinieri - Tuttoggi

Spoleto59, nel primo weekend tre appuntamenti con l’Arma dei Carabinieri

Redazione

Spoleto59, nel primo weekend tre appuntamenti con l’Arma dei Carabinieri

Una sfilata, un concerto e un carosello storico gli appuntamenti che vedranno protagonista la "Benemerita" al Festival dei Due Mondi
Gio, 23/06/2016 - 11:06

Condividi su:


Spoleto59, nel primo weekend tre appuntamenti con l’Arma dei Carabinieri

Il 4° Reggimento Carabinieri a Cavallo saluterà la città di Spoleto sabato 25 giugno a partire dalle ore 12, con la Sfilata che attraverserà le vie del centro storico. I Carabinieri del Gruppo Squadroni saranno accompagnati dalle musiche eseguite dalla Fanfara a Cavallo e renderanno gli onori ai Caduti e al Carabiniere Andrea Moneta, Medaglia d’oro al Valor Civile, a cui è dedicato il monumento situato in viale Trento e Trieste.

Sempre sabato 25, alle ore 21.30, è in programma al Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti il concerto della Fanfara della Legione Allievi Carabinieri di Roma. Composta da 45 militari-musicisti in servizio permanente provenienti dai conservatori italiani, la Fanfara presenta, sotto la guida del direttore M.A.s. UPS. Danilo di Silvestro, un programma che spazierà da quello celebrativo delle marce e degli inni a quello lirico-sinfonico con musiche di Ludwig Van Beethoven, Franz Von Suppé, Nicola Piovani, Michele Mangani, Johan Williams, Johan de Meij, Gioacchino Rossini, Luigi Cirenei, Michele Novaro e Danilo di Silvestro.

Il Carosello storico del 4° Reggimento dei Carabinieri a cavallo, l’unico ed ultimo Reggimento specializzato delle Forze Armate Italiane interamente montato, si terrà invece domenica 26 giugno, a partire dalle ore 19.30 allo Stadio Comunale.
Il Carosello Storico si ispira agli antichi tornei cavallereschi del 1300 e celebra, in particolare, la storica Carica di Pastrengo, avvenuta nell’omonima battaglia del 30 aprile 1848, durante la Prima Guerra d’Indipendenza italiana. Si tratta di un fluido e armonioso alternarsi di figure di maneggio realizzate dagli Squadroni con grande abilità e perizia in diverse formazioni, la cui fondamentale componente è la quadriglia. Quattro binomi affiancati nell’esecuzione delle figure si muovono come un cavallo solo curando con precisione ogni cambio di direzione e di andatura per mantenere la quadriglia compatta e ordinata. L’armoniosa successione delle figure, l’assetto e la compostezza di cavalli e cavalieri sono frutto dell’intenso addestramento che viene svolto quotidianamente dai Carabinieri del Reggimento per raggiungere la massima espressione del binomio.

M.A.S.UPS. DANILO DI SILVESTRO | Il M.° M.A. s. UPS Danilo di Silvestro nasce a Pescara nel 1969, si diploma in Trombone presso il Conservatorio Luisa D’Annunzio di Pescara , consegue il diploma di Perfezionamento in “Direzione di Banda” presso l’Accademia Musicale Pescarese e in “Strumentazione per Banda” presso il Conservatorio di Frosinone . Ha seguito corsi di direzione e strumentazione per banda con i maestri D. Carnevali e E.M. Corporon. Nel 1998 con la Fanfara inaugura il 2° concorso internazionale per bande musicali di Frosinone e nell’anno 2005 inaugura il “Corciano Festival”, concorso per composizioni originali per banda. Con la Fanfara dei CC svolge un’intensa attività concertistica e istituzionale, esibendosi in piazze e teatri italiani ed esteri. Ha diretto complessi bandistici internazionali quali l’Atlantic Brass Band dello stato del New Jersey, la Crawly Millenium Concert Band di Londra, la Marecchusse dei Paesi Bassi e la Banda Città di Torrevieja in Spagna. Collabora come direttore ospite con diversi complessi musicali bandistici italiani (orchestra di fiati “I Musici lotariani”, Banda Città di Scandriglia, Corpo Musicale Città di Monterubbiano, orchestra di fiati “Unione Ciociara Musicale”, Banda città di Nerola dirigendo con quest’ultimo il trombettista italiano di fama mondiale Marco Pierobon). E’ stato citato su libri di musica per banda, quali “Strumentazione per Banda” di A. de Paola e “Dizionario della Musica italiana per Banda” di M. Anesa, oltre che su numerose testate giornalistiche. E’ autore di composizioni e trascrizioni per banda.  Spesso viene invitato come presidente o membro di giuria in concorsi bandistici nazionali. Il 2 Giugno del 2010 viene nominato Cavaliere della Repubblica. Dall’Agosto del 1997 è Maestro-Direttore della Fanfara della Legione Allievi Carabinieri di Roma.

FANFARA DELLA LEGIONE ALLIEVI CARABINIERI DI ROMA | In seguito al trasferimento nel 1885 della Scuola Allievi Carabinieri di Torino a Roma, la Fanfara divenne, con l’aumento dell’organico l’attuale Banda dei Carabinieri. Ma la necessità di sopperire alle varie esigenze musicali da espletare in Roma e dintorni, nonché le varie attività addestrative che una Scuola militare comporta (come ad esempio far marciare una moltitudine di militari) , condusse parallelamente alla istituzione della Fanfara della Legione Allievi Carabinieri di Roma. Successivamente con circolare n. 161/8 del 31 luglio 1951, si stabilirono norme e regole inerenti la sua pianta organica per il raggiungimento di un soddisfacente grado di efficienza artistica. Tale complesso musicale è attivo sia per i servizi istituzionali di rappresentanza quali Giuramenti, Cerimonie, onori a Capi di Stato, Guardia d’Onore al Quirinale e sia per un’intensa attività concertistica che l’ha visto presente in quasi tutte le città italiane (piazze e teatri) nonché all’estero (Malta, Germania, Inghilterra, Francia e Svizzera). Il repertorio del complesso musicale spazia da quello celebrativo (Marce ed Inni) a quello lirico-sinfonico con particolare predilezione per la letteratura nata appositamente per Banda.  Inoltre parallelamente a questa attività musicale, essa  accompagna con appropriate musiche di galoppi e trotti il famoso carosello Storico del IV° Reggimento carabinieri a Cavallo.  Attualmente la Fanfara è composta da 45 militari-musicisti in servizio permanente, provenienti dai Conservatori italiani. La Fanfara ha al suo attivo un’intensa presenza a numerose trasmissioni radio-televisive. La Fanfara della Legione Allievi è diretta dall’agosto del 1997 dal Maestro Maresciallo Aiutante Sostituto Ufficiale di Pubblica Sicurezza Danilo di Silvestro.

CAROSELLO STORICO DEL 4° REGGIMENTO DEI CARABINIERI A CAVALLO
Il 4° Reggimento Carabinieri a Cavallo costituisce l’unico ed ultimo Reggimento specializzato delle Forze Armate Italiane interamente montato. Erede delle gloriose tradizioni ippiche e storiche dell’Arma dei Carabinieri, il Reggimento svolge attività di istituto, di tutela e ordine della sicurezza pubblica, prevalentemente mediante l’impiego dei quadrupedi dell’Arma. Vengono così realizzate pattuglie a cavallo nelle aree verdi urbane, in zone archeologiche e nei pressi di obiettivi sensibili, perlustrazioni in aree impervie dell’intero territorio nazionale, concorso nell’espletamento di servizi di ordine pubblico, servizi di rappresentanza e d’onore presso le principali sedi istituzionali. Oltre a queste attività, il Reggimento, per mezzo del Gruppo Squadroni, esegue il celebre Carosello Storico, saggio di equitazione e sintesi dell’addestramento raggiunto dai cavalli e dai cavalieri dell’Arma. Il Carosello Storico si ispira agli antichi tornei cavallereschi del 1300 e celebra, in particolare, la storica Carica di Pastrengo, avvenuta nell’omonima battaglia del 30 aprile 1848, durante la Prima Guerra d’Indipendenza italiana. Il Carosello Storico dell’Arma dei Carabinieri è un fluido e armonioso alternarsi di figure di maneggio realizzate dagli Squadroni con grande abilità e perizia in diverse formazioni, la cui fondamentale componente è la quadriglia. Quattro binomi affiancati nell’esecuzione delle figure si muovono come un cavallo solo curando con precisione ogni cambio di direzione e di andatura per mantenere la quadriglia compatta e ordinata. L’armoniosa successione delle figure, l’assetto e la compostezza di cavalli e cavalieri sono frutto dell’intenso addestramento che viene svolto quotidianamente dai Carabinieri del Reggimento per raggiungere la massima espressione del binomio. Nell’ambito della ristrutturazione ordinativa dei Reparti Mobili dell’Arma, il 1° Aprile 1963 fu costituito il 4° Reggimento Carabinieri a Cavallo, inquadrato nell’ XI Brigata Carabinieri Meccanizzata. Dal 1° Ottobre 2007 il Reggimento ha ripristinato l’antica denominazione di 4° Reggimento Carabinieri a Cavallo. Il 30 Aprile 2015, in occasione dell’anniversario della carica di Pastrengo, nel corso di una cerimonia alla presenza del Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri Generale di Corpo d’Armata Tullio Del Sette, il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale di Corpo d’Armata Claudio Graziano,  ha decorato con Medaglia di Bronzo al Merito dell’Arma dei Carabinieri lo Stendardo del 4° Reggimento Carabinieri a Cavallo per la meritoria attività istituzionale svolta dal Reparto dal 1963 al 2015. Oggi il Reggimento è costituito da 273 carabinieri e 239 cavalli. La Fanfara a Cavallo del 4° Reggimento è il più antico reparto musicale interamente montato, erede degli iniziali 12 trombettieri con cui nel 1820 a Torino venne istituita  la prima  Fanfara a Cavallo. Il complesso si esibisce anche da solo in importanti manifestazioni in Italia e all’estero ed è parte integrante del Carosello Storico, in cui accompagna gli Squadroni nelle loro evoluzioni.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!