Anche Spoleto ai David di Donatello | Debutto vincente per Mauro Luchetti - Tuttoggi

Anche Spoleto ai David di Donatello | Debutto vincente per Mauro Luchetti

Redazione

Anche Spoleto ai David di Donatello | Debutto vincente per Mauro Luchetti

Crazy for Football è il miglior documentario italiano dell’anno | Il produttore spoletino: “E' la storia di un piccolo miracolo”
Mar, 28/03/2017 - 15:57

Condividi su:


C’era anche un pizzico di Spoleto ai David di Donatello, l’importante premio cinematografico italiano. E’ stato un esordio vincente infatti quello dello spoletino Mauro Luchetti nel mondo del cinema, attraverso la società di produzione Skydancer.

luchetti-crazy-for-footballLa giuria della 61esima edizione dei David di Donatello ha infatti premiato come miglior documentario italiano dell’anno “Crazy for Football”, film diretto da Volfango De Biasi e prodotto appunto da Skydancers con Rai Cinema, in collaborazione con Istituto Luce Cinecittà. Il documentario, che nasce con l’intenzione di combattere i pregiudizi che circondano chi soffre di disagio mentale, ripercorre le vicende della Nazionale italiana di Calcio a 5 per pazienti psichiatrici, protagonista della prima edizione dei Mondiali, lo scorso anno a Osaka.

Per Skydancers, giovane società di produzione presente per la prima volta ai David, guidata da Mauro Luchetti, spoletino doc, insieme a Luciano Stella e con il contributo Maria Carolina Terzi, si tratta di un successo inatteso. “Abbiamo deciso di realizzare il film – spiega Luchetti – per raccontare in maniera sincera e senza sensazionalismi un piccolo miracolo, scoprendo come lo sport possa essere in certi casi la migliore medicina contro la malattia mentale. Un messaggio che il film trasmette in maniera potente e delicata e che è stato evidentemente recepito, prima con l’affermazione all’ultimo Festival del Cinema di Roma e oggi con l’assegnazione del più importante riconoscimento del cinema italiano”.

“Crazy for Football”, sbarcato nelle sale nelle scorse settimane e accolto con grande favore dal pubblico, ha ricevuto gli endorsement di decine di sportivi, tra i quali Francesco Totti, Alessandro Del Piero e Gianni Rivera, e di personaggi del cinema, della cultura e delle istituzioni, che hanno affidato le loro testimonianze a clip e brevi filmati che hanno raccolto centinaia di migliaia di visualizzazioni sul web.

Skydancers è arrivata in nomination ai David di Donatello anche nella categoria per il miglior cortometraggio con “Simposio Suino in Re Minore”, di Francesco Filippini. Il suo ultimo lungometraggio di fiction, “La Parrucchiera”, di Stefano Incerti, sarà nei cinema a partire dal prossimo 6 aprile.


Condividi su:


Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!