Soldi falsi "per la messa della madre defunta", suora lo incastra ma viene assolto - Tuttoggi

Soldi falsi “per la messa della madre defunta”, suora lo incastra ma viene assolto

Davide Baccarini

Soldi falsi “per la messa della madre defunta”, suora lo incastra ma viene assolto

Sab, 29/01/2022 - 09:22

Condividi su:


Con la medesima scusa un 64enne di San Giustino ha rifilato due volte banconote false ad una suora di Citerna per avere soldi veri come resto | Il giudice lo ha assolto per la tenuità del fatto

Rifila soldi falsi ad una suora – per riceverne di veri come resto – con la scusa di voler celebrare una messa in memoria della madre defunta.

E’ successo qualche anno fa a Citerna – nel 2016 – precisamente al Monastero del Santissimo Crocifisso e di Santa Maria, ma l’episodio è finito addirittura in tribunale con l’assoluzione di un 64enne di San Giustino.

La monaca benedettina, durante il primo incontro con l’uomo, si era accorta di aver ricevuto una banconota da 50 euro falsa ma, ugualmente, dato che il costo della celebrazione era di soli 10 euro, aveva riportato al 64enne ben 40 euro (ovviamente veri) di resto.

La religiosa, comunque, raccontò tutto ai carabinieri, che le consigliarono di ricorrere al loro aiuto in caso il furbetto si fosse ripresentato al monastero. Detto, fatto. Il 64enne, solo un mese dopo, è tornato con la stessa scusa (un’altra messa per la madre defunta) e, guarda caso, nonostante ormai sapesse il prezzo, era pronto a rifilarle altre 50 euro false.

La suora, a quel punto, lo aveva invitato a tornare più tardi, inventando a sua volta una scusa. Giusto il tempo per chiamare i carabinieri, giunti subito al monastero. Tornato qualche ora dopo l’uomo, convinto che la benedettina tornasse indietro con il suo resto, si è invece visto comparire davanti due militari.

Con l’accusa di spendita di monete false il sangiustinese è quindi finito a processo, dove pochi giorni fa, nonostante il pm avesse chiesto 15 mesi di carcere, è stato “assolto” (non per i suoi peccati) dal giudice, per la tenuità del fatto.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!