Scuola Santa Croce Perugia / Personale da tre mesi senza stipendio / Scatta lo sciopero - Tuttoggi

Scuola Santa Croce Perugia / Personale da tre mesi senza stipendio / Scatta lo sciopero

Alessia Chiriatti

Scuola Santa Croce Perugia / Personale da tre mesi senza stipendio / Scatta lo sciopero

La Cgil, "casse vuote e personale allo stremo" / Una lavoratrice: "situazione drammatica"
Gio, 09/04/2015 - 13:32

Condividi su:


Casse vuote e personale allo stremo dopo tre mesi di stipendi non pagati“: la situazione alla scuola di infanzia Santa Croce di Perugia, la più antica istituzione laica per l’istruzione materna di tutta l’Umbria, è arrivata davvero al limite. La denuncia arriva direttamente dalla Cgil Umbria. Questa mattina nel corso di un’assemblea tenuta presso la scuola, alla quale hanno partecipato anche diversi genitori, le organizzazioni sindacali Fp-Cgil, Fp-Cisl e Uil-Fpl di Perugia insieme alle lavoratrici della scuola, hanno annunciato l’apertura dello stato di agitazione e l’indizione di uno sciopero del personale da effettuarsi prima del 25 aprile.
La nostra situazione è drammatica – ha detto una delle lavoratrici intervenute all’assemblea – io ad esempio sono monoreddito, perché mio marito ha perso il lavoro, e diventa davvero difficile riuscire a portare ogni mattina un sorriso a questi bambini quando si fa fatica a mettere insieme i soldi per la spesa”.
Sindacati e lavoratrici, che hanno trovato anche la solidarietà dei genitori, pronti a mobilitarsi accanto al personale, chiedono in primo luogo all’amministrazione comunale di non abbandonare l’ente Santa Croce al suo destino. “Il buco è di 70mila euro – hanno fatto notare i rappresentanti dei lavoratori – possibile che per una cifra di queste dimensioni non si riesca a trovare una soluzione?”.
“L’indifferenza delle istituzioni è quello che ci fa più male”, hanno sottolineato ancora le lavoratrici della scuola di infanzia, mentre i genitori hanno stigmatizzato l’assenza all’assemblea del Consiglio di amministrazione del Santa Croce.
Da domani dunque partirà lo stato di agitazione di tutto il personale, mentre lavoratrici, sindacati e genitori torneranno ad incontrarsi per definire insieme le altre azioni da mettere in campo per sbloccare questa situazione insostenibile.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!