Sanità nel Trasimeno, ecco le priorità del nuovo commissario Usl 1 Lavazza

Sanità nel Trasimeno, ecco le priorità del nuovo commissario Usl 1 Lavazza

Incontro del commissario Usl Umbria 1 Lavazza insieme al presidente della giunta regionale Fabio Paparelli e all’assessore alla Sanità Antonio Bartolini con i primi cittadini del Trasimeno e gli operatori di Castiglione del Lago per illustrare le priorità del suo mandato

share

I problemi e le priorità della sanità nell’area del Trasimeno al centro di un incontro istituzionale. Il neo Commissario straordinario della Usl Umbria 1 Luca Lavazza, infatti, insieme al presidente della Giunta regionale Fabio Paparelli e all’assessore regionale alla Sanità Antonio Bartolini, si è recato a Castiglione del Lago per conoscere i sindaci del Trasimeno, le associazioni di volontariato, i responsabili di struttura e i coordinatori del presidio ospedaliero e del distretto sanitario.

La visita è iniziata con un incontro con i sindaci nel corso del quale è stato dibattuto in merito all’ospedale di Castiglione del Lago e alla situazione del distretto.

Incontrando poi gli operatori, il commissario Lavazza ha presentato gli obiettivi del mandato. “In particolare – ha spiegato – punterò sull’integrazione tra Azienda Ospedaliera di Perugia e gli ospedali della Usl Umbria 1 al fine di garantire la presa in carico delle persone malate assicurando la continuità della cura e dell’assistenza su tutte le strutture ospedaliere e territoriali. Il nostro obiettivo è arrivare a gestire la cronicità direttamente sul territorio. In questi mesi l’attività della direzione, inoltre, si concentrerà anche sulla trasparenza e sulle operazioni di anticorruzione, sul rischio clinico e la sicurezza dei luoghi di lavoro nonché sulle nuove tecnologie che contribuiranno a risolvere i quesiti diagnostici e terapeutici in tempi ancora più rapidi”.

Nel corso di questi mesi, inoltre, il programma di lavoro prevede anche interventi per la riduzione delle liste di attesa. Verrà potenziata anche la prevenzione del rischio e la sicurezza degli operatori all’interno degli ospedali e dei pronto soccorso.

Per quanto riguarda i lavori all’interno dell’ospedale di Castiglione del Lago, il commissario Lavazza ha rassicurato gli operatori affermando che termineranno entro il 2020.

Il presidente della Giunta regionale Fabio Paparelli, ha ringraziato gli operatori del Trasimeno. “E’ solo grazie a voi se la sanità umbra è un’eccellenza e per questo il personale della Usl Umbria 1 va sostenuto e incoraggiato. Su questo versante – ha annunciato – già da domani arriverà in Giunta la proposta con le nuove linee guida che permetteranno di sbloccare i concorsi”.

Augurando buon lavoro al dottor Lavazza l’assessore alla Sanità Antonio Bartolini ha sottolineato l’importanza dell’integrazione tra ospedale e Usl. “Per quanto riguarda l’ospedale di Castiglione del Lago e la Casa della Salute di Città della Pieve– ha detto – è nostra intenzione salvaguardare e potenziare le attività di ogni presidio che non sono utili soltanto alla popolazione residente ma punto di riferimento anche per molti turisti che trascorrono le vacanze estive al Trasimeno”.

share

Commenti

Stampa