"San Martino a Pistrino", il Fai alla scoperta di un angolo inedito della Valtiberina - Tuttoggi

“San Martino a Pistrino”, il Fai alla scoperta di un angolo inedito della Valtiberina

Redazione

“San Martino a Pistrino”, il Fai alla scoperta di un angolo inedito della Valtiberina

Domenica 17 dicembre visita ai tesori artistici ed enogastronomici nascosti della frazione citernese
mercoledì, 13/11/2019 - 14:14

Condividi su:


“San Martino a Pistrino”, il Fai alla scoperta di un angolo inedito della Valtiberina

Un pomeriggio alla scoperta dei tesori nascosti di un angolo inedito della Valtiberina. Il Gruppo Fai – Fondo Ambiente Italiano di Città di Castello organizza per domenica 17 novembre, dalle 14.30 alle 18, l’iniziativa “San Martino a Pistrino. Tra arte e sapori”.

Il programma della giornata a Pistrino di Citerna prevede, dalle 14.30 alle 16.30, visite guidate all’antica chiesa di Santa Maria Assunta, che svelerà al pubblico un ciclo di affreschi poco noto risalente al XVI secolo, al Museo Bruno Bartoccini, contenente un importante nucleo di opere donate dallo scultore al suo paese natale, e al museo diffuso dell’artista in piazza e nella chiesa del Sacro Cuore. Le visite guidate saranno condotte con la consueta passione dai volontari del Gruppo Fai tifernate e dalla dottoressa Valentina Seri.

Una volta effettuata la visita nel centro di Pistrino, fino alle 18, in vocabolo Consuma (a circa 2 chilometri), proseguiranno le visite ad un’antica casa colonica del XVIII secolo dove continua ancora la tradizionale produzione del vinsanto affumicato dell’Alta Valle del Tevere, con degustazione finale del pregiato prodotto.

La partecipazione prevede un contributo libero, il ricavato andrà a sostegno delle attività del Gruppo FAI di Città di Castello. L’evento si svolge con il patrocinio del Comune di Citerna e con la collaborazione della Diocesi di Città di Castello e Pro loco di Pistrino. Per info e prenotazioni: mail cittadicastello@gruppofai.fondoambiente.it, telefono 339 5683054, pagina Facebook “Gruppo FAI Città di Castello”.


Condividi su:


Aggiungi un commento