Riforma Sanitaria, le riflessioni in un’imminente seduta monotematica - Tuttoggi

Riforma Sanitaria, le riflessioni in un’imminente seduta monotematica

Davide Baccarini

Riforma Sanitaria, le riflessioni in un’imminente seduta monotematica

La decisione sopravvenuta dopo l’ordine del giorno del consigliere Maraghelli sulla valorizzazione della struttura sanitaria
Mer, 09/07/2014 - 11:21

Condividi su:


Riforma Sanitaria, le riflessioni in un’imminente seduta monotematica

Il sindaco di Città di Castello, Luciano Bacchetta, nell’ultimo consiglio comunale, si è posto la necessità di una riflessione profonda sui risultati della riforma sanitaria regionale (entrata in vigore un anno e mezzo fa) “che non tenga conto solo delle questioni economiche, ma della soddisfazione degli utenti e degli obiettivi effettivamente raggiunti nell’erogazione dei servizi”.

Dopo l’estate, ha annunciato il primo cittadino, verrà infatti convocata una seduta consiliare monotematica sulla sanità. La comunicazione è seguita all’intervento relativo all’ordine del giorno, presentato dal consigliere del Polo Tifernate Manuel Maraghelli, sulla valorizzazione della struttura sanitaria.

Molte sono state le problematiche emerse, relative a: manutenzione; parcheggio; palazzina sopra il Cup; minor quantità di operai specializzati rispetto a Umbertide; prospettiva di affidarsi a un global services; perdita delle professionalità più elevate senza adeguate sostituzioni; prestazioni di medici tifernati negli altri presidi dell’Usl Umbria 1 senza che avvenga mai il contrario.

E’ stato quindi espresso con forza il bisogno di “intervenire con l’Usl Umbria 1 affinché siano garantite maggiori risorse economiche e umane all’ospedale di Città di Castello e affinché il nosocomio possa esplicitare prestazioni di alto livello ed effettuare manutenzioni che si addicono alle strutture con un dipartimento d’emergenza e accettazione”.

Il documento dell’Odg è stato ritirato al termine del dibattito per favorire un confronto in commissione servizi utile a redigere un atto unitario dell’assemblea.

Durante la discussione è comunque emerso, grazie all’intervento dell’esponente Pd, Gaetano Zucchini, che il completamento del primo piano della palazzina del Cup è già stato finanziato per circa 1 milione di euro, come pure è stato deliberato l’adeguamento del palazzo ex Inam per 400mila euro e riconosciuta l’esigenza di procedere a un intervento radicale di asfaltatura del parcheggio dell’ospedale, portato recentemente a 687 posti auto, per 450mila euro.


Condividi su:


Aggiungi un commento