“Ridare decoro a stazione ferroviaria”, interrogazione di Tavernelli e Massetti

“Ridare decoro a stazione ferroviaria”, interrogazione di Tavernelli e Massetti

I consiglieri Pd intervengono sulla principale fermata di Città di Castello “Sottopassaggio usato come bagno pubblico”

share

Stazione ferroviaria, urge il recupero: questo il senso dell’interrogazione presentata dai consiglieri comunali Pd di Città di Castello Luciano Tavernelli e Vittorio Massetti, nella quale si premette che “i lavori di riqualificazione ferroviaria, relativi alla linea Città di Castello Perugia-Terni, sono stati completati concentrandosi soprattutto su velocità dei treni, costi dei biglietti e simili, con colpevole disinteresse alle altre infrastrutture, che rendono indecorose le stazioni ferroviarie”.

Quest’ultime hanno pertinenze ed infrastrutture assolutamente inadeguate: bagni pubblici, sale d’attesa, sottopassaggi, recinzioni sono spesso rotti, malfunzionanti e sporchi, determinando problematiche di carattere igienico sanitarie

I due consiglieri segnalano come nella stazione centrale di Città di Castello il sottopassaggio venga utilizzato impropriamente come bagno pubblico: “Quasi mai viene eseguita la pulizia e disinfezione del sottopasso ferroviario, nonostante sia obbligatorio l’utilizzo di tale passaggio, che diventa anche di estrema pericolosità per la salute dei cittadini”.

Tavernelli e Massetti chiedono infine a sindaco e Giunta “quali sono le limitazioni che impediscono di utilizzare il binario n. 1, adiacente il marciapiede, per la salita e discesa dei passeggeri, evitando l’obbligo dell’utilizzo del sottopasso per accedere al binario centrale attualmente utilizzato” e “quali attività sono previste per tenere le strutture e pertinenze ferroviarie in funzione permettendone un utilizzo decoroso”.

share

Commenti

Stampa