Riconoscimenti ed encomi a 4 militari della Guardia di Finanza di Città di Castello

Riconoscimenti ed encomi a 4 militari della Guardia di Finanza di Città di Castello

Le congratulazioni del sindaco Luciano Bacchetta “Premiata dedizione, professionalità e senso dello Stato”, ecco chi sono

share

Le più sentite congratulazioni per le ricompense attribuite dal Comandante Regionale della Guardia di Finanza, generale di brigata Benedetto Lipari, ad alcuni militari della Tenenza di Città di Castello distintisi in operazioni di servizio condotte nei vari settori operativi. Riconoscimenti importanti e significativi che premiano dedizione, professionalità e senso dello Stato propri di tutto il Corpo, a cui a nome della comunità locale va la nostra gratitudine per il prezioso lavoro che svolgono sul territorio a tutela dei cittadini e rispetto della legalità”.

E’ quanto dichiarato dal sindaco e Presidente della Provincia Luciano Bacchetta, a margine della celebrazione per il 245° annuale della fondazione della Guardia di Finanza, svoltosi ieri a Perugia presso la Caserma “Cap. M.B.V.M. Domenico Furbini”, sede del Comando regionale Umbria.

Fra gli insigniti con un encomio, il Luogotenente CS Pier Luigi Bettoni, il Maresciallo Ordinario Cosimo Rosato, l’appuntato Scelto Michele Vinciguerra e il Finanziere Alessandro di Lauro, per aver portato a termine una maxi operazione antidroga in Altotevere nel maggio 2018.

Questa la motivazione: “Militari di una Tenenza, eseguivano una attività di polizia giudiziaria, che conduceva all’individuazione di due sodalizi criminali dediti al traffico, produzione e spaccio di sostanze stupefacenti. L’attività si concludeva con il sequestro di 2,544 kg di hashish, 1,228 kg di marijuana, 35 piante e 13 semi di cannabis e 6 grammi di sostanza ‘da taglio’, nonché con la denuncia all’Autorità Giudiziaria di 16 persone – di cui 5 tratte in arresto in flagranza di reato e 3 destinatarie di misure cautelari personali – e con la segnalazione alle Prefetture competenti di 16 soggetti assuntori di sostanze stupefacenti”.

share

Commenti

Stampa