Purification: un horror per appassionati di cinema, sceneggiatori e registi - Tuttoggi

Purification: un horror per appassionati di cinema, sceneggiatori e registi

Redazione

Purification: un horror per appassionati di cinema, sceneggiatori e registi

Lun, 02/04/2012 - 16:19

Condividi su:


Adam, Sem e Jason sono i tre protagonisti di Purification, il romanzo horror di Antonio Pantaleoni, scritto per la nuova collana Screenplay – Sceneggiature. A loro il compito di girare un reportage in due istituti di igiene mentale nella periferia texana, e di fare i conti con i lati più oscuri che si celano nella mente umana. Il loro è un percorso che comincia senza alcun problema: tutto fila liscio lungo il viaggio, ma quando i tre si imbattono nei disturbi psichici dei malati ricoverati nei manicomi, la storia prende un’altra piega. Arrivano dunque strani contrattempi e inaspettati sinistri, che sconvolgono totalmente l’avventura. Omicidi seriali, brutali e crudeli, perpetrati in luoghi apparentemente sicuri: un’ambientazione perfetta, in una sorta di landa brulla e desolata, che acuisce timori, paure nascoste, narrazioni borderline. Perché la domanda più naturale da farsi è qual è il confine tra “la gente normale e i malati mentali”? Esiste davvero oppure ognuno di noi cela dentro un lato potenzialmente oscuro, che può precipitare in qualcosa di incontrollabile? È la natura umana stessa a volte a farci rendere conto di questo “paradosso intrinseco”, mentre abbiamo i piedi ben saldi su quel limite fin troppo facile da valicare. Il manicomio può diventare il luogo in cui guarire, pentirsi e rendersi conto dei propri errori. Ma se il peccato è la violenza, la furia omicida recondita e nascosta, comprendere la mente umana è ancora più difficile, offuscata com’è da quell’alone di indefinitezza e mistero.

Purification è un romanzo per sceneggiatori, appassionati di cinema, artisti e registi, o semplicemente per amanti del genere, composto dal giovanissimo Antonio Pantaleoni, scrittore di sceneggiature e format televisivi per il web: le sue “nitide inquadrature” dipingono in poche pagine, seppur intense, un tema intrigante dalle tinte fosche.

Ale.Chi.
©Riproduzione riservata


Condividi su:


Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!