Punto Eggi chiude col botto – Terremoto, l’abbraccio di Spoleto a Concordia sulla Secchia - Foto Tuttoggi.info - Tuttoggi

Punto Eggi chiude col botto – Terremoto, l’abbraccio di Spoleto a Concordia sulla Secchia – Foto Tuttoggi.info

Redazione

Punto Eggi chiude col botto – Terremoto, l’abbraccio di Spoleto a Concordia sulla Secchia – Foto Tuttoggi.info

Lun, 06/05/2013 - 15:34

Condividi su:


Punto Eggi chiude col botto – Terremoto, l’abbraccio di Spoleto a Concordia sulla Secchia – Foto Tuttoggi.info

Chiude all’insegna del successo la 26ma edizione di Punto Eggi. L’ultimo week end ha registrato la consegna dei Premi “Don Guerrino Rota” e “Alberto Talegalli” di fronte al folto pubblico che ha riempito il PalaEggi. A presentare la serata Elisabetta Comastri che ha aperto la cerimonia chiamando sul palco Carlo Marchini, sindaco di Concordia sulla Secchia, uno dei comuni più colpiti dall’ultimo terremoto che ha sconvolto l’Emilia Romagna. Il primo cittadino con la propria presenza ha voluto rendere onore alla frazione di Eggi la cui associazione, presieduta da Luigi Castellani, è stata fra le prime a correre in soccorso della popolazione colpita dal sisma. Ad accompagnarlo un emozionato Raimondo de Furia – è stato lui a coinvolgere Eggi nella missione in Emilia Romagna – che a stento ha trattenuto le lacrime quando sul megaschermo è stato proiettato “Il mondo che verrà”, video della canzone scritta e musicata dal giovanissimo concordiese Nicola Paltrinieri. Un brano di grande qualità realizzato per ottenere fondi necessari alla ricostruzione e che meriterebbe una maggiore attenzione da parte della stampa e della critica musicale. Sul palco anche il sindaco di Spoleto Daniele Benedetti che ha scambiato un lungo abbraccio con il collega romagnolo. A seguire c’è stata la consegna del premio “Don Guerrino Rota” che quest’anno è stato attribuito al dottor Mario Mancini, il medico che tanto si è speso per prestare le cure ai giovani del Centro Italiano di Solidarietà creato dall’indimenticato don Guerrino.
Subito dopo è stata la volta del “Talegalli” che quest’anno ha visto protagoniste cinque autorità impegnate nel mondo della cultura, arte, sport e sociale. La presentatrice ha però prima voluto ricordare la figura di Mario Leone, magistrale interprete dei brani di Talegalli, cui la sala ha tributato un lungo e affettuoso applauso. La Comastri ha poi chiamato sul palco Annette Pickford Ettorre, moglie del compianto Paolo (Ceo della Saatchi & Saatchi) alla cui memoria ha dedicato il noto “Premio Socially correct” ambitissimo fra designer e studenti di istituti d’arte e che si tiene ogni anno nell’ambito degli eventi del Festival dei 2 Mondi. E’ stato il sindaco Benedetti a consegnarle il prezioso quadro in argento. Il primo cittadino non ha voluto mancare la consegna del riconoscimento andato anche a Carla Fendi, l’imprenditrice che da anni sostiene il Festival menottiano tanto da aver recentemente meritato un posto nel board della Fondazione. Poi è stata la volta del campione del mondo di nuoto di salvamento, lo spoletino Matteo Montesi premiato dall’assessore Giancarlo Cintioli, della professoressa Maria Anna Mariani, docente universitaria di letteratura italiana a Seul , premiata dal Presidente della Associazione Amici Di Eggi Dott. Luigi Castellani e del regista Andrea Paciotto cui il premio è stato consegnato da Ivano Santini, fondatore della manifestazione Punto Eggi. Ad allietare la serata i giovani studenti della scuola musicale “Onofri”. Per mano del Sindaco, gli stessi amici e alunni della scuola di musica hanno conferito un riconoscimento di merito al Maestro Alfredo Natili e a Robertino – Roberto Reggiani – per la loro attività e passione spesa nella musica e negli eventi promossi dalla scuola stessa. Con la serata di ieri si è così conclusa la lunga kermesse che ha allietato le serate e i palati dei tanti ospiti di Punto Eggi. Più di 7.000 le presenze registrate negli undici giorni fra ospiti degli stand enogastronomici, pubblico che ha assistito agli spettacoli e i giovanissimi studenti che hanno partecipato alle iniziative della ‘Scuola dello strangozzo’ che vede ogni anno protagoniste le raffinate cuoche di Eggi. “E’ un bilancio a dir poco soddisfacente – commenta il presidente Luigi Castellani – raggiunto grazie al lavoro di tanti, tantissimi volontari della nostra frazione cui va tutto il mio e nostro ringraziamento per aver saputo tener alto il nome di Eggi sotto ogni punto di vista”.


Condividi su:


Aggiungi un commento