PSICOLOGIA OSPEDALIERA, CONVEGNO NAZIONALE AL "SANTA MARIA" DI TERNI, VENERDI' 1° APRILE - Tuttoggi

PSICOLOGIA OSPEDALIERA, CONVEGNO NAZIONALE AL “SANTA MARIA” DI TERNI, VENERDI' 1° APRILE

Redazione

PSICOLOGIA OSPEDALIERA, CONVEGNO NAZIONALE AL “SANTA MARIA” DI TERNI, VENERDI' 1° APRILE

Mer, 30/03/2011 - 17:54

Condividi su:


Appuntamento nazionale alla sala conferenze dell’Azienda Ospedaliera di Terni, promosso dal Servizio di Psicologia del Santa Maria, dalla Associazione Italiana di Psicologia Sanitaria ed Ospedaliera e dalla Società Italiana di PsicoNeuroEndocrinoImmunologia. La Psicologia Sanitaria ed Ospedaliera si occupa dello studio e degli interventi sugli aspetti psicologici nelle cure mediche (disagio e vissuto di malattia, stress del paziente, relazioni, comunicazione, ecc.) in grado di promuovere l’umanizzazione e la personalizzazione delle cure stesse. Un numero crescente di evidenze indica che un sistema sanitario in grado di avere come obiettivo la persona malata e non solo la malattia risulta più efficace ed appropriato dal punto di vista dell’efficacia delle cure ed dei costi delle stesse. In questa direzione l’apporto della Psicologia Sanitaria ed Ospedaliera è essenziale per aiutare il sistema sanitario ad analizzare adeguatamente i bisogni, lavorare per obiettivi integrati, costruire alleanze con gli utenti per una loro corretta partecipazione e responsabilizzazione, fornire strumenti appropriati all’organizzazione ed agli operatori per migliorarne la cultura e la performance in questo ambito. Nel corso del convegno verranno presentati i dati di una serie di progetti di ricerca e intervento attuati a livello nazionale e presso l’Azienda Ospedaliera di Terni, che evidenziano l’efficacia degli interventi psicologici, l’impatto sulla salute dei pazienti e le ricadute in termini di costi-benefici.

Durante il convegno sarà presentato in anteprima il volume “Psicologia Sanitaria e malattia cronica. Interventi evidence-based e disease management” (a cura di David Lazzari, Pacini Medica 2011), che – avvalendosi dei contributi di alcuni tra i più autorevoli studiosi a livello nazionale ed internazionale – offre una panoramica degli interventi psicologici basati sulla evidenza e sull’analisi costi-benefici per le persone con malattia cronica, in particolare diabete, tumori e patologie cardiovascolari. Il volume nasce dalla collaborazione di numerose società scientifiche (reca la prefazione dei presidenti nazionali degli Oncologi, dei Cardiologi, dei Diabetologi, dei Medici di Famiglia, degli Infermieri e degli Psicologi italiani) e costituisce il primo manuale integrato per la gestione degli aspetti psicologici e comportamentali delle persone con malattia cronica.L’appuntamento costituisce inoltre l’occasione per sviluppare una riflessione sul necessario sviluppo, nei contesti ospedalieri e sanitari, della Psicologia, che pur essendo fortemente motivato da motivi etici, di efficacia e di economia (i risparmi che tali interventi producono) è ancora fortemente sottorappresentato.

“Il convegno ternano rappresenta per noi una grande soddisfazione – ha dichiarato il direttore scientifico del convegno David Lazzari – perché ci consente di rendere visibili le attività che svolgiamo e soprattutto le ricadute per i malati, ma anche per il sistema sanitario e la comunità. Se si pensa, ad esempio, che con l’intervento sullo stress in cardiochirurgia si è avuta una riduzione in media di due giorni dei tempi di degenza in ospedale e che questi malati, dopo 3 mesi, stanno meglio degli altri, sia fisicamente che psicologicamente si può capire l’impatto di quello che facciamo. Il paziente ci guadagna – ha continuato Lazzari – ma anche l’organizzazione, che spende 1400 euro in meno (due giorni di degenza) per quel malato, potendo destinare tali somme ad altre attività assistenziali, o avere i posti letto per altri pazienti.” “L’Azienda Ospedaliera di Terni – ha dichiarato il Direttore Generale Gianni Giovannini – è stata ben contenta di ospitare questa iniziativa, che si occupa di temi importanti per tutti e fortemente innovativi. In questi anni abbiamo creduto nella funzione della psicologia in ospedale ed i risultati di questi progetti ci stanno dando ragione. Speriamo di poter consolidare questa realtà per uscire dalla fase pionieristica e porre le attività a regime, nonché di poter mettere a disposizione la nostra esperienza per tutta la realtà regionale”. Il convegno inizierà alle ore 9 con il saluto del Direttore Generale Gianni Giovannini e delle Autorità istituzionali, il sindaco di Terni sen. Leopoldo Di Girolamo, l’assessore regionale Gianluca Rossi in rappresentanza della presidente Marini, il presidente del Consiglio Regionale Eros Brega, il Vescovo Mons. Vincenzo Paglia, il preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia Prof. Luciano Binaglia.
Durante la giornata è previsto l’intervento di 19 relatori.

A conclusione si svolgerà una tavola rotonda sulle prospettive della psicologia ospedaliera e sanitaria con la partecipazione dei rappresentanti della Regione (Emilio Duca, direttore regionale Sanità), delle aziende sanitarie (Vincenzo Panella, direttore generale della ASL Terni e Leonardo Bartolucci, direttore sanitario dell’Azienda Ospedaliera di Terni), dell’Università (Prof. Stefano Coaccioli), del presidente dell’ordine dei medici Aristide Paci, degli Psicologi I.Tomay e degli Infermieri Proietti.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!