Proiettili al sindaco di Tuoro. Spunta l'ombra di un sospettato per le minacce a Mario Bocerani - Tuttoggi

Proiettili al sindaco di Tuoro. Spunta l'ombra di un sospettato per le minacce a Mario Bocerani

Redazione

Proiettili al sindaco di Tuoro. Spunta l'ombra di un sospettato per le minacce a Mario Bocerani

Mar, 18/09/2012 - 22:21

Condividi su:


Sara Minciaroni

Sono passate appena due settimane dall'apertura della lettera dentro la quale il primo cittadino di Tuoro ha trovato tre pallottole, eppure le indagini dei carabinieri potrebbero essere ad una svolta.

Qualcosa in più di una voce- nonostante il tentativo di carabinieri e procura di mantenere il riserbo, è trapelata la notizia di una repentina svolta nelle indagini per le minacce ricevute dal sindaco di Tuoro sul Trasimeno Mario Bocerani.

La missiva intimidatoria- Era l'8 settembre scorso quando Bocerani, aprendo la posta ha rinvenuto tre proiettili all'interno di un pezzo di tubo reciso alle estremità , dentro il quale i tre Beretta 9 corto erano stati conficcati a pressione. LEGGI ARTICOLO

Le indagini- Erano partite da subito in maniera serrata. Al Ris di Roma era stato inviato tutto il plico nella speranza che elementi utili provenissero sia dall'ispezione delle pallottole che della busta.

L'elemento chiave la busta- E proprio da quella normalissima busta bianca da lettera potrebbe essere arrivata la risposta che gli inquirenti aspettavano. Il responsabile del gesto infatti in maniera abbastanza “rudimentale”, ha scelto di lasciare il proprio “segno” sulla missiva, scrivendo a mano libera l'indirizzo del sindaco sulla busta.

Un sospettato- E sarebbe stata proprio la calligrafia dopo alcuni confronti a far individuare agli inquirenti un sospettato e si tratterebbe di un uomo del posto. Procura e carabinieri sia dalla compagnia di Città della Pieve che dalla stazione di Tuoro non vogliono commentare, ma nemmeno smentiscono a domanda diretta. La sensazione è quella che nelle prossime ore ci sia già il profilo del sospettato.

Le parole di Bocerani- Anche l'atteggiamento del sindaco sembra far presagire novità imminenti, mentre in un primo momento, probabilmente per non creare allarmismi, cercava di mostrarsi poco colpito dall'accaduto, adesso manifesta la sua convinzione che un responsabile vada individuato al più presto. “Sono certo, avendo visto l'impegno nelle indagini, che gli inquirenti stiano facendo del loro meglio”, ci ha detto raggiunto al telefono.

Il movente- In paese la convinzione più diffusa è che il responsabile del gesto sia del posto e che a spingerlo sia stato un crescente clima di schermaglie politiche legate alla riqualificazione dell'ex Casa Cardinali, Bocerani rifugge questa idea, spiegando che se così fosse sarebbe gravissimo e ci dice ” sono convinto che dietro questo gesto vi sia una persona che ha agito in una condizione di non lucidità”.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!