Perugia brutto e ingenuo, il Palermo ringrazia (2-0) | Pagelle

Perugia brutto e ingenuo, il Palermo ringrazia (2-0) | Pagelle

Massimo Sbardella

Perugia brutto e ingenuo, il Palermo ringrazia (2-0) | Pagelle

Sab, 13/08/2022 - 22:49

Condividi su:


Episodio chiave al 23', quando da corner a proprio favore i rosanero si involano e trovano rigore (realizzato da Brunori) ed espulsione di Lisi | Di Elia il raddoppio

Un Perugia falloso, timido e soprattutto ingenuo cade al Barbera 2-0 di fronte a un Palermo che sfrutta con qualità gli errori degli avversari.

L’episodio chiave al 23′ del primo tempo, quando su un corner a proprio favore il Perugia si fa trovare impreparato e subisce un incredibile contropiede che termina con un plateale, quando inutile, fallo in area compiuto da Lisi su Righetti. Perugia in 10 con tre quarti di partita da giocare e Palermo avanti sulla realizzazione dell’umbro Brunori.

Il Perugia non c’è e nel finale concede un altro contropiede con Elia che va a segno, ma il Var annulla per fuorigioco.

Castori prova ad aggiustare la squadra, con quello che ha in panchina. E i Grifoni hanno la possibilità di trovare il pari, ma Melchiorri spreca malamente.

Ancora un contropiede del Palermo, finalizzato da Elia, chiude la partita.

La partita

23′ pt RIGORE PER IL PALERMO Sul calcio d’angolo per il Perugia, il pallone arriva dalle parti di Righetti appostato fuori area, che si fa anticipare per la ripartenza del Palermo. Floriano si fa tutto il campo e serve Elia a centro area, che si aggiusta il pallone, ma al momento di calciare viene sbilanciato in modo platea da Lisi, che aveva tentato il recupero. Rosso diretto e rigore per il Palermo.

25′ pt GOL PALERMO Sul dischetto va Brunori che calcia forte centralmente e porta in vantaggio i padroni di casa.

36′ pt Castori prova a correre ai ripari, gettando in campo Di Serio al posto di Righetti.

37′ pt OCCASIONE PERUGIA Il nuovo entrato prova la conclusione una volta entrato in area, ma non inquadra la porta.

41′ pt OCCASIONE PALERMO Brunori ignora Elia, libero in area, e calcia fuori.

48′ pt GOL PALERMO ANNULLATO Ancora un contropiede del Palermo, dopo una respinta della difesa di casa, con Kouan che invoca il fallo di mano. Al limite dell’area del Perugia si ritrovano 5 maglie rosa contro le 3 bianche. Brunori serve Elia che batte Gori. Il Var rileva il fuorigioco: Elia è oltre Vulic, anche se di pochissimo. Non viene segnalato nulla, invece, sull’episodio in area del Palermo.

49′ pt FINISCE IL PRIMO TEMPO Decide il rigore di Brunori, su penalty arrivato dopo un incredibile contropiede concesso dal Perugia. Che con un uomo in meno rischia il raddoppio su un’azione simile allo scadere della prima frazione. Grifoni davvero ingenui, rosanero pronti a sfruttare le incertezze dagli avversari, spinti dal pubblico del Barbera.

1′ st Corini toglie Floriano (molto positiva la sua prova) per Soleri.

6′ st Grande azione personale di Elia, steso da Kouan un attimo prima di entrare in area.

7′ st OCCASIONE PALERMO La punizione a giro di Valente sfiora l’incrocio dei pali.

10′ st Melchiorri svetta di testa, ma coglie Di Serio.

15′ st Valente lascia il campo per Stoppa.

17′ st OCCASIONE PERUGIA Nedelcearu rinvia sui piedi di Kouan, che serve Melchiorri solo in area sulla sinistra: l’attaccante strozza troppo il sinistro e sfiora il palo, sprecando la palla del pari.

18′ st Di Serio viene fermato in area dall’uscita di Pagliacelli.

20′ st Corini corre ai ripari e manda in campo Crivello per Sala.

23′ st GOL PALERMO Ancora un contropiede letale del Palermo, con Brunori che taglia la difesa del Perugia e serve Elia, che batte Gori. L’ex grifone non esulta.

26′ st Castori cambia Melchiorri con Oliviero e Iannoni con Paz.

28′ sr Damiani pescato in area non trova il pallone in acrobazia.

29′ st OCCASIONE PALERMO Ci prova Stoppa, che non trova la porta.

31′ st Brunoni calcia potente, la palla termine fuori di poco.

35′ st OCCASIONE PALERMO Buttaro, servito da Stoppa, calcia incredibilmente fuori.

35′ st OCCASIONE PERUGIA Olivieri cerca il rimorchio di Kouan, che viene murato dalle maglie rosanero.

42′ st Rientra in campo Angella, al posto di Curado. Dentro anche Ghion per Vulic.

45′ st Fuori Elia, ex Perugia, migliore in campo. Al suo posto Pierozzi.

45′ st Cinque minuti di recupero.

49′ st OCCASIONE PERUGIA Contropiede dei Grifoni, ma Olivieri spreca il pallone recuperato da Koaun, facendosi intercettare il servizio per Di Serio.

Tabellino e pagelle

Palermo – Perugia 2 – 0
25′ pt Brunori rig. (Pa), 23′ st Elia (Pa)
48′ pt annullato al Var gol di Elia (Pa)

Palermo: Pigliacelli 6; Buttaro 6, Nedelcearu 6, Marconi 6.5, Sala 6 (20′ st Crivello 6); Damiani 6, Broh 6, Valente 6 (15′ st Stoppa 6.5), Floriano 7 (1′ st Soleri 6), Elia 8 (45′ st Peirozzi sv), Brunori 7. All. Corini 7. A disp.: Grotta, Massolo, Somma, Silipo, Fella, Doda, Peretti, Lancini.

Perugia: Gori 5; Sgarbi 5, Curado 5 (42′ st Angella sv), Dell’Orco 6, Casasola 5, Iannoni 5.5 (26′ st Paz 6), Vulic 5 (42′ st Ghion sv), Righetti 5 (36′ pt Di Serio 5), Lisi 4, Kouan 6.5, Melchiorri 5 (26′ st Olivieri 6). All. Castori 5.5. A disp.: Furlan, Moro, Angella, Vulikic, Angori, Vano, Giunti, Sulejmani.

Arbitro: Ayroldi (Molfetta) 6.5.

La partita dei Grifoni

Gori 5: un rigore e le maglie rosanero che si ritrovano troppe volte sole davanti a lui. Praticamente è quasi inoperoso, ma con la porta violata tre volte (una rete viene giustamente annullata dal Var). Certo, sulle conclusioni di Elia non compie miracoli.

Sgarbi 5: anche lui vacilla e non sempre riesce a metterci una toppa.

Curado 5: comanda una difesa, che sbanda paurosamente. Anche se, sull’azione che ha portato al rigore dei padroni di casa, era assente giustificato, nell’area del Palermo a tentare la conclusione aerea (42′ st Angella sv: il suo rientro in campo l’unica nota positiva di questa serata al Barbera per il Perugia).

Dell’Orco 6: con Lisi espulso e Righetti fuori in evidente difficoltà, Castori prova l’ennesimo esperimento, facendolo alzare sulla linea di centrocampo. La sua qualità non lo fanno sfigurare.

Casasola 5: non spinge e si fa spesso superare.

Iannoni 5.5: il cartellino rimediato nelle prime battute lo intimorisce, poi si scioglie un po’ e fa vedere qualche buona giocata (26′ st Paz 6: esordio quando ormai la partita è compromessa, voto di incoraggiamento per questo giovanissimo arrivato dalla Primavera del Sassuolo).

Vulic 5: dovrebbe dare equilibrio al centrocampo del Grifo, che invece sparisce (42′ st Ghion sv)

Righetti 5: da una sua mancata conclusione al limite dell’area, sugli sviluppi di un corner, arriva il contropiede che indirizza la partita a favore dei padroni di casa. A parte questo, a sinistra serve altro, tant’è che Castori pensa a Dell’Orco (36′ pt Di Serio 5: calcia sull’esterno della rete l’occasione che si costruisce appena entrano, poi mura un colpo di testa di Melchiorri. Nella ripresa viene anticipato dal portiere palermitano nell’occasione che avrebbe potuto portare al pari.

Lisi 4: provato ancora in supporto all’unica punta Melchiorri, rincorre gli avversari e poi placca inutilmente Elia, lasciando i compagni con un uomo in meno dopo appena 23 minuti. E dire che è uno dei calciatori con maggiore esperienza.

Kouan 6.5: partita dai due volti. Nel primo tempo non combina nulla, anche se si ritrova da solo a vagare per il campo inseguendo maglie rosa. Nella ripresa, con le due punte, alza il livello ed è l’ultimo dei Grifoni ad arrendersi: serve a Melchiorri la palla del possibile pari e ci riprova con Olivieri, dopo aver recuperato palla. Prova anche per due volte la conclusione, murato dagli avversari.

Melchiorri 5: dopo il convincente pre campionato e la bella prestazione di Cagliari, spreca malamente l’unica grande occasione che gli capita, quella che avrebbe dato il pari (26′ st Olivieri 6: vivacizza l’attacco del Perugia, giocando per i compagni, anche se sciupa un appoggio facile).

All. Castori 5.5: maledice gli “errori imperdonabili” che consegnato la partita ai padroni di casa. Errori che le sue squadre difficilmente compiono. Riprova Lisi dietro a Melchiorri, poi tenta l’ennesimo esperimento alzando Dell’Orco. Valzer di pedine che dimostra quanto attualmente la coperta sia corta. Anche se il mister non vuole parlare di mercato: “Non voglio alibi, la partita l’abbiamo persa su nostre distrazioni”.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!