Pavimentazione Foligno, il consigliere Mantucci (Rinnovamento) attacca la Giunta sulla "disastrosa conduzione dei lavori" - Tuttoggi

Pavimentazione Foligno, il consigliere Mantucci (Rinnovamento) attacca la Giunta sulla “disastrosa conduzione dei lavori”

Redazione

Pavimentazione Foligno, il consigliere Mantucci (Rinnovamento) attacca la Giunta sulla “disastrosa conduzione dei lavori”

Mer, 20/07/2011 - 11:02

Condividi su:


Pavimentazione Foligno, il consigliere Mantucci (Rinnovamento) attacca la Giunta sulla “disastrosa conduzione dei lavori”

Il consigliere comunale Daniele Mantucci (Rinnovamento) attacca frontalmente la Giunta sulla “disastrosa conduzione” dei lavori di ripavimentazione. “La città è in ginocchio – afferma Mantucci –. Il centro storico è ormai assolutamente inaccessibile, non solo al traffico automobilistico, ma anche ai ciclisti, agli anziani, ai disabili e persino ai mezzi di soccorso: tale gravissima situazione non è determinata dalla indubbia complessità delle opere previste bensì dalla ingiustificabile lentezza con cui i lavori procedono e soprattutto dal disordinato avvio di nuovi cantieri non accompagnato dalla chiusura di quelli precedentemente aperti”. “Siamo nel caos più totale”, prosegue il leader del centro destra folignate: “I cartelli di divieto di transito “per manifestazione in corso” si trovano spesso collocati anche in giorni ed ore in cui non c’è alcuna manifestazione; inoltre, minacciose transenne precludono l’accesso anche a vie in cui non viene eseguito alcun lavoro e in orari nei quali la circolazione dovrebbe essere libera”. E pensare che le ripavimentazioni dovevano essere concluse nel 2004, dalla Foligno Nuova, la Società per Azioni appositamente e dispendiosamente creata, ma stranamente posta in liquidazione prima che i lavori cominciassero. Sulla base di queste considerazioni, il consigliere Mantucci ha formalizzato una “mozione urgente”, con cui chiede alla Giunta di sospendere l’avvio di nuove opere di scavo sino al completamento di quelle in corso e di disporre un raddoppiamento dei turni, al fine di garantire la prosecuzione dei lavori anche nei giorni festivi e durante tutto il mese di agosto. Mantucci torna a chiedere anche l’adozione di un piano di emergenza per il traffico automobilistico urbano, che eccezionalmente e temporaneamente consenta, 24 ore su 24, la circolazione e la sosta ovunque esse non rechino pericolo. “Occorre anche – conclude Mantucci – la collocazione di una più accurata segnaletica, così da fornire ai cittadini indicazioni chiare, puntuali e conformi alla regolazione di volta in volta adottata”. Questo il testo della mozione urgente.
“All’Assessore delegato al Lavori pubblici
e p.c.
Al Sindaco
Al Presidente del Consiglio Comunale
MOZIONE URGENTE
Il Sottoscritto Capogruppo, Prof. Avv. Daniele Mantucci
PREMESSO
– che la disastrosa conduzione dei lavori di ripavimentazione sta mettendo in ginocchio la città;

– che il centro storico è ormai assolutamente inaccessibile, non solo al traffico automobilistico, ma anche ai ciclisti, agli anziani, ai disabili e persino ai mezzi di soccorso;

– che tale gravissima situazione non è determinata dalla indubbia complessità delle opere previste, bensì dalla ingiustificabile lentezza con cui i lavori procedono e soprattutto dal disordinato avvio di nuovi cantieri non accompagnato dalla chiusura di quelli precedentemente aperti;

– che l’amministrazione approfitta pure di insignificanti manifestazioni, alle quali partecipano poche decine di persone, per introdurre ulteriori limitazioni e divieti alla circolazione dei cittadini nel centro storico;

– che i cartelli di divieto di transito “per manifestazione in corso” si trovano spesso collocati anche in giorni ed ore in cui non c’è alcuna manifestazione;

– che cartelli e transenne precludono l’accesso anche a vie in cui non sono in corso lavori e in orari nei quali la circolazione dovrebbe essere libera;

– che le isolate proposte di singoli operatori economici vengono addotte a pretesto per la chiusura “sperimentale” di determinate vie, con conseguente crescita della confusione;

– che il Popolo della Libertà e Cambiare Foligno hanno rivolto alla Giunta Comunale decine di interpellanze, interrogazioni e appelli, per scongiurare l’attuale, disastrosa e prevedibile situazione, ottenendo però solo risposte vuote ed arroganti;

– che il centro-destra è stato escluso dai tavoli di consultazione istituiti per la gestione dei lavori;

– che è rimasta, altresì, priva di concreto seguito la proposta di un “piano di emergenza” dal sottoscritto formalmente avanzata;

– che se non verranno immediatamente assunti adeguati provvedimenti correttivi, la situazione si aggraverà ulteriormente e drammaticamente, determinando la chiusura di molte attività economiche e il definitivo abbandono del centro storico da parte di molti cittadini;

CHIEDE

che, previa deliberazione della assoluta urgenza, il Consiglio Comunale, nella seduta del 28 luglio c.a., discuta ed approvi la seguente

MOZIONE

Il Consiglio Comunale impegna il Sindaco, l’Assessore delegato ai Lavori pubblici e, per quanto di competenza l’intera Giunta, a:

– Sospendere l’avvio di nuovi lavori di scavo e ripavimentazione, sino al completamento di quelli in corso;

– Utilizzare le imprese e la manodopera disponibili (solo) per la chiusura dei cantieri aperti, raddoppiando i turni, garantendo la prosecuzione dei lavori anche nei giorni festivi e durante tutto il mese di agosto;

– Prescrivere alle imprese dei termini esecutivi intermedi, con penali relative al completamento dei singoli stralci, in aggiunta all’unico, lunghissimo termine finale, di 1120 giorni, attualmente previsto per la totale conclusione delle opere di ripavimentazione;

– Adottare un piano di emergenza per il traffico automobilistico urbano, che eccezionalmente e temporaneamente consenta, 24 ore su 24, la circolazione e la sosta ovunque esse non rechino intralcio o pericolo;

– Disporre la collocazione di una più accurata segnaletica urbana, così da fornire ai cittadini indicazioni chiare, puntuali e conformi alla regolazione di volta in volta adottata.

Foligno 20 luglio 2011
Daniele Mantucci”

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!