Passignano, il Punto Sorbello per tre mesi in mostra nel palazzo municipale - Tuttoggi

Passignano, il Punto Sorbello per tre mesi in mostra nel palazzo municipale

Redazione

Passignano, il Punto Sorbello per tre mesi in mostra nel palazzo municipale

Fino al 31 dicembre la mostra “Il filo della tradizione: storia e riscoperta della Scuola di Ricami Ranieri di Sorbello”
Mar, 24/09/2019 - 16:41

Condividi su:


Taglio del nastro per la mostra “Il filo della tradizione: storia e riscoperta della Scuola di Ricami Ranieri di Sorbello” che resterà visibile fino al 31 dicembre 2019 presso la Sala Consiliare del Comune di Passignano.

Quando si parla della storia identitaria di un paese la cittadinanza risponde, infatti la sala del Consiglio, era gremita di persone intente ad ammirare la bellezza dei ricami. A fare un breve saluto ai presenti è stato il sindaco di Passignano,   Francesca Caproni, Direttore del Gal Trasimeno-Orvietano, Eliana Pepini Cultura del Comune di Passignano sul Trasimeno, Ruggero Ranieri Presidente  Fondazione Ranieri di Sorbello e Giancarlo Luigetti dell’ART (Advanced Research Technologies) proprietario della villa del Pischiello.

“Queste iniziative – ha detto Pepini – fanno vivere Passignano anche nei momenti di basso turismo. La mostra evidenzia come nei primi del novecento ci siano state donne (circa 80) capaci di altissime abilità, donne contadine pronte ad imparare l’arte del ricamo e a leggere, scrivere e amministrare i propri soldi. Da sempre il lavoro non è solo impegno ma dignità e nell’era della globalizzazione resta importate l’identità delle piccole realtà territoriali”.

“Una mostra molto importante – ha detto Caproni – che valorizza il territorio del Trasimeno aiutandone anche lo sviluppo turistico in un periodo di bassa stagione. Il GAL sta sostenendo il percorso per far riconoscere  dall’UNESCO il ricamo a Punto Sorbello, insieme ad altri ricami del territorio italiano, un bene immateriale patrimonio dell’umanità”. Novità sono state date da Giancarlo Luigetti che ha annunciato una imminente ristrutturazione della chiesa di villa del Pischiello, dove nella canonica sarà esposta la storia della villa e alcuni paramenti ricamati utilizzati per la celebrazione eucaristica.

Il sindaco di Passignano sul Trasimeno ha ricordato che fili e le trame stanno insieme come le reti dei pescatori, in quest’ottica tutto si unisce nella tradizione passignanese.

La mostra, ad ingresso gratuito, sarà aperta al pubblico il sabato dalle 16.00 alle 18.00 e la domenica dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 18.00. Nei giorni feriali e dal 25 novembre al 31 dicembre 2019 sarà possibile visitare la mostra solo su prenotazione, contattando il Comune di Passignano (Ufficio Cultura: 075 8298058 – 347 8809360) o la Fondazione Ranieri di Sorbello (075 5732775 – promoter@fondazioneranieri.org).

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!