Panicale solidale, la cultura si mobilita per i bambini africani malati - Tuttoggi

Panicale solidale, la cultura si mobilita per i bambini africani malati

Redazione

Panicale solidale, la cultura si mobilita per i bambini africani malati

Sabato 25 gennaio spettacolo poetico-musicale per la raccolta fondi a favore di “Sentebale”
Gio, 23/01/2020 - 12:24

Condividi su:


Panicale solidale, la cultura si mobilita per i bambini africani malati

Creatività fa rima con solidarietà a Panicale. Si intitola “Leggerezza di viaggiare” lo spettacolo poetico-musicale che andrà in scena al Teatro Cesare Caporali sabato 25 gennaio alle ore 19 per raccogliere fondi a favore della Fondazione Sentebale (The Princes’ foundation for children in Africa).

«Sentebale è un’organizzazione di beneficenza unica nel suo genere che fornisce il supporto necessario a bambini sudafricani, molti malati di HIV – spiega Joy Harris FRSA promotrice dell’evento -.«Sono stata informata del lavoro e delle sfide dell’organizzazione e ho sentito immediatamente il bisogno di contribuire in qualunque modo possibile. Attraverso la creatività e l’arte il gruppo Panicale per Progetto Sentebale intende fare la differenza per la vita dei bambini sudafricani seguiti e sostenuti da Sentebale. Non importa quanto piccola sia la differenza. Il miglior regalo che si può fare, non solo a Natale, è aiutare gli altri meno fortunati di noi. Il nome Sentebale significa “Non ti scordar di me”. Noi non ci scorderemo».

«Lo spettacolo dal titolo “Leggerezza di Viaggiare” – dichiara il direttore artistico Nicolò Spito – vede il coinvolgimento di diversi artisti del territorio e il Coro Voci Bianche e Giovani Voci di Tavernelle diretto da Oriella Mazzoni. Il connubio tra parole e musica porta in scena riflessioni sui diversi significati del viaggio: dal partire ed esplorare, alla memoria, all’incontro con l’altro e con l’io interiore. “Leggerezza di Viaggiare” è una raccolta di performance pensate come sequenze di un concept che è appunto il viaggiare, in cui si rielaborano, si indagano e si interpretano esperienze di quel cammino imprevedibile chiamato vita. Il nostro abitare il mondo insieme alle sue ricche diversità costituiscono un viaggio dalle numerose sfaccettature, la leggerezza è quella capacità che ci permette di cogliere e vivere con spontaneità, naturalezza e delicatezza la nostra essenza di viaggiatori».

«Il Comune ha concesso il patrocinio al Progetto Sentebale e, attraverso il lavoro dell’Assessorato alla Cultura, lo ha supportato sin dall’inizio, riconoscendo così pubblicamente il valore del suo contenuto e dei suoi obiettivi» – afferma Giulio Cherubini, sindaco di Panicale. «La serata di beneficenza del 25 gennaio» – continua il sindaco – «è un’iniziativa importante e lodevole. Per l’occasione è stato messo a disposizione il teatro comunale Cesare Caporali».

Non è la prima volta che Panicale si mobilita per questa causa. Diverse sono state le attività pensate e organizzate per la raccolta fondi: dai bellissimi oggetti fatti a mano e venduti in piazza a Tavernelle, alla sfida di nuoto l’11 gennaio, fino appunto alla serata conclusiva, l’esibizione poetico-musicale di sabato prossimo.

Al termine dello spettacolo ci sarà un momento conviviale con mostra e vendita di creazioni artigianali e degustazioni. Il buffet sarà plastic free ed ecologico, grazie all’utilizzo di materiali riciclabili.

Il ricavato della manifestazione verrà interamente devoluto a Sentebale e ai bambini di cui si prende cura.

Sentebale è un’organizzazione di beneficenza registrata, nr. 1113544


Condividi su:


Aggiungi un commento