Norcia, su viabilità a Castelluccio duro attacco di M5S "Creato il più imponente parcheggio d'Europa" | Aggiornamento - Tuttoggi

Norcia, su viabilità a Castelluccio duro attacco di M5S “Creato il più imponente parcheggio d’Europa” | Aggiornamento

Redazione

Norcia, su viabilità a Castelluccio duro attacco di M5S “Creato il più imponente parcheggio d’Europa” | Aggiornamento

Andrea Liberati, " I sindaci-geometri sono un problema" | Il sindaco Alemanno replica a Liberati
Gio, 23/06/2016 - 11:31

Condividi su:


Aggiornamento h 17.19- Tempestiva e altrettanto puntuale la replica al Consigliere regionale di M5S Andrea Liberati da parte del sindaco di Norcia Nicola Alemanno sulla vicenda Pams. Ecco la nota stampa inviata pochi minuti fa alle redazioni:

“A nemmeno due giorni dalla pubblicazione dell’ordinanza che regolamenterà la viabilità a Castelluccio dal 25 giugno al 31 luglio, giungono, come accaduto lo scorso anno, polemiche strumentali prive di oggettività e di buon senso. Ho sempre auspicato il confronto diretto, con chiunque, a maggior ragione con le persone che rivestono un ruolo istituzionale. E’ una questione di correttezza e di rispetto”, evidenzia il primo cittadino. Invito pertanto il consigliere Liberati a venirmi a trovare, per manifestare apertamente tutte le sue perplessità e tutte le sue lagnanze e darci così la possibilità di spiegare.  Se questo fosse accaduto – fa notare – non sarebbero emerse tante notizie inesatte, persino infondate. Ricordo al Consigliere, nel caso non lo sapesse – prosegue Alemanno – che il Piano di Azione per la Mobilità Sostenibile (PAMS) di Castelluccio è stato redatto dall’architetto Ugo Baldini, recentemente scomparso, uno dei grandissimi nomi della pianificazione strategica nazionale. La sua approvazione in Consiglio Comunale (lo scorso 20 giugno) assume una portata storica per questo territorio, dal momento che da moltissimi anni Parco, Regione, Ministero dell’Ambiente e soprattutto la Comunità Europea, chiedevano che il Comune di Norcia si facesse carico di una pianificazione strategica per governare i picchi di massimo afflusso in un Sito di Interesse Comunitario (SIC) – Zona a Protezione Speciale (ZPS) come quella dell’Area dei Piani di Castelluccio. Il PAMS mette fine a decine di anni di discussioni ed individua le misure attraverso le quali giungere, nel medio e lungo termine, a governare ogni aspetto dell’accesso a questa delicatissima porzione del territorio comunale, vero cuore del Parco Nazionale dei Monti Sibillini. Non appena sarà approvato con le determinazioni definitive – precisa – anche questo strumento sarà ovviamente sottoposto a VAS. Anche un sindaco-geometra (da tempo dottore in SIT/GIS) – continua – che è sempre vissuto in questo territorio e che sta operando per preservarlo al meglio, riesce a capire cosa è bene e cosa è male. La sensibilità ambientale, caro Consigliere, non si misura con i titoli di studio. La si ha oppure no”.

“Il Piano oggetto di discussione – conclude – è stato il frutto di un intenso lavoro di confronto e partecipazione con tutti gli stakeholders; una partecipazione reale, non di facciata. Forse non ci crederà – ribatte al pentastellato – ma le sue misure hanno avuto il plauso anche da parte di molti simpatizzanti del ‘Movimento 5 stelle’ di Norcia”.

“Rinnovo pertanto l’invito al Consigliere Liberati a venire a Norcia per un confronto. Lo auspico veramente”.  

——————————

Non passano neanche due giorni dall’approvazione del Pams a Norcia (CLICCA QUI), il nuovissimo piano della viabilità che dovrebbe regolare  e presumibilmente risolvere gli annosi problemi di congestione del traffico e dei parcheggi  sul Pian Grande di Castelluccio, che subito si scatena una prevedibile polemica con i fautori della difesa ambientale del prezioso sito della Valnerina. Una polemica, anche aspra, che dopo le schermaglie dei mesi scorsi giunge ora ai toni più alti. Il primo a scendere in campo con un durissimo giudizio sul Pams e su chi lo ha ideato e voluto è il consigliere regionale di M5S, Andrea Liberati. Ecco la nota del consigliere regionale inviata alla stampa:

Uno spregiudicato e fantasioso Piano di Azione per la Mobilità Sostenibile (PAMS) è stato approvato lunedì scorso dal Consiglio Comunale di Norcia su proposta del sindaco-geometra, Nicola Alemanno: è evidente come sia prevalsa -ancora una volta- l’anima del geometra su quella del sindaco. E così il Pian Grande di Castelluccio -parco nazionale, area vincolata comunitaria- si trasformerà nel più immenso parcheggio auto e campeggio camper d’Europa.

Lo stesso borgo verrà deturpato  e colonizzato da aree sosta, attrattive di nuovo traffico, particolato, le più varie emissioni incombuste e inquinanti: ben 20.000 mq fra ‘storici’ e altri nuovi spazi saranno colonizzati dagli stalli, con l’unico obiettivo di far cassa, senza risolvere l’oggettivo problema dell’accesso e del traffico estivo ai Piani ai tempi della “fiorita” e oltre.
Inoltre, in deroga a ogni procedura corretta e trasparente che sottoporrebbe un siffatto piano alle procedure VIA/VAS, con lo stratagemma dell’atto d’indirizzo è bypassato ogni possibile confronto democratico, spacciando per ‘partecipazione’ incontri effettuati esclusivamente con propri ‘compagni di cordata’; e si procede, anno dopo anno, a colpi di goffe ordinanze!
Nessuna autentica considerazione per legislazioni nazionali ed europee che vincolano alla salvaguardia comunitaria i Siti Natura 2000, quali le pendici del Redentore, in prossimità delle quali ben 10.000 mq di ‘uso civico’ vengono invece dedicati ad auto, camper e pullman. Anzi, secondo lo stesso PAMS, più il parcheggio sarà prossimo a siti pregiati, più il ticket sarà alto. Di più: anziché ‘ripulire’ il Pian Grande da qualsiasi incongrua infrastruttura, apprendiamo poi che ci sarà addirittura un raddoppio “fuori autorizzazione” di un altro storico parcheggio, quello del Fontanile, di fronte all’abusivo e inopportuno ranch.
Non solo. Si realizzeranno almeno 300 posti auto nel solo borgo di Castelluccio, simpaticamente ripartiti in sotterranei e no: è questa la modernità?
Apprendiamo anche che si renderà necessaria una nuova viabilità che consenta transito e inversione di marcia a pullman turistici, auto, camper, moto, navette. A quando i quad? E i TIR da 44 tonnellate?!?
Eppure parliamo di un Parco Nazionale, apprezzato nel mondo per la suggestione degli spazi immensi e incontaminati: che fine faranno i turisti anglosassoni e i tour operator, quando affacciandosi dal valico, invece delle policromie dei fiori, vedranno un immenso e luccicante sfavillio di specchietti e lamiere?

Perché non si è percorsa la soluzione più ragionevole e rispettosa di lasciare il traffico ai tre valichi, munendosi di navette elettriche? 20.000 mq di parcheggi in area protetta, transitori, sperimentali o stabili significano solo che, pure a Norcia, manca ormai il rispetto di cogenti e severe regole che sono presidi di legalità per tutti: i sindaci-geometri sono un problema. Che non finisce qui.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!