Palio dei Quartieri, a Borgo San Martino teatro a cielo aperto con la storia di Nocera Umbra del 1448/9 - Tuttoggi

Palio dei Quartieri, a Borgo San Martino teatro a cielo aperto con la storia di Nocera Umbra del 1448/9

Redazione

Palio dei Quartieri, a Borgo San Martino teatro a cielo aperto con la storia di Nocera Umbra del 1448/9

giovedì, 04/08/2011 - 19:16

Condividi su:


Palio dei Quartieri, a Borgo San Martino teatro a cielo aperto con la storia di Nocera Umbra del 1448/9

A Nocera Umbra la sfida tra gli storici quartieri di Borgo San Martino e Porta Santa Croce prosegue nel teatro a cielo aperto allestito nel centro della città. Dopo l’animazione teatrale di Porta Santa Croce, venerdì 5 agosto tocca a Borgo San Martino presentare l’impeccabile lavoro dei contradaioli, che nella parte destra del centro storico rievocheranno scene di vita degli anni 1448-1449.

Le animazioni teatrali dei gialloblu inizieranno alle ore 21 da via del Teatro, dove ci sarà una prima rappresentazione della Nocera morente, flagellata dalla peste. Si proseguirà lungo via Renato Lucari, dove sarà portata in scena la rinascita del popolo nocerino, contrassegnata anche dalla fine della signoria dei Trinci. Via San Rinaldo, invece, segnerà l’ultima tappa del teatro itinerante con la rappresentazione di “Amor che vince ogni morbo”, per la regia di Gianpiero Frombini su testo di Valter Corelli. Saranno oltre duecento i figuranti, tra uomini, donne e bambini, dispiegati nel percorso teatrale del quartiere Borgo San Martino.

Intanto il presidente dell’Ente Palio Alessandro Giovannini rassicura sullo stato di salute dei due cavalli che mercoledì sera, durante il corteo storico del quartiere medievale di Borgo San Martino, sono caduti contro le transenne allestite per proteggere il pubblico. “Le tre persone coinvolte non hanno riportato alcuna conseguenza – dichiara Giovannini – e lo staff medico veterinario che è sempre presente ad ogni evento in cui siano coinvolti animali, insieme alla Croce Rossa e al personale di sicurezza, ci conferma che il cavallo è in perfette condizioni fisiche”.


Condividi su:


Aggiungi un commento