Non ce l'ha fatta un paziente Covid di Todi | Incontro sui servizi sanitari dopo il nuovo Piano della Regione

Non ce l’ha fatta un paziente Covid di Todi | Incontro sui servizi sanitari dopo il nuovo Piano della Regione

Massimo Sbardella

Non ce l’ha fatta un paziente Covid di Todi | Incontro sui servizi sanitari dopo il nuovo Piano della Regione

Mar, 17/11/2020 - 18:14

Condividi su:


Non ce l’ha fatta un paziente Covid di Todi | Incontro sui servizi sanitari dopo il nuovo Piano della Regione

Non ce l’ha fatta un uomo di 83 anni, tuderte, che era ricoverato all’ospedale di Pantalla per complicazioni legate al Covid. L’uomo è deceduto domenica notte e il decesso è stato conteggiato nella giornata di oggi dalla protezione civile regionale tra quelli attribuibili al Covid.

Nel comprensorio della Media Valle del Tevere nelle ultime ore sono deceduti anche due pazienti Covid di Deruta.

L’aggiornamento sui contagi a Todi e Marsciano

In base agli ultimi dati aggiornati alle 14.44 di oggi (martedì 17 novembre), i contagi sono praticamente stabili a Todi, con un solo nuovo positivo. Le persone attualmente contagiate sono 194, di cui 7 ricoverate in ospedale.

A Marsciano gli attualmente positivi sono 183, dopo gli ultimi 3 casi. Lo stesso numero delle persone dichiarate guarite nelle ultime 24 ore. Quattro le persone ricoverate (una è stata dimessa); di questi pazienti, uno è in terapia intensiva.

Negli altri comuni del comprensorio, così i positivi al Covid: Collazzone 34, Deruta 92, Fratta Todina 24, Massa Martana 44, Montecastello di Vibio 10, San Venanzo. Tutti numeri stabili o in leggero calo.

L’ospedale di Pantalla

Oggi si è svolto un incontro tra i rappresentanti della Regione e i sindaci della Media Valle del Tevere per parlare dei servizi sanitari nel comprensorio, dopo la decisione, nel Piano di salvaguardia, di destinare ulteriori 50 posti letto dell’ospedale di Pantalla ai pazienti Covid. L’ospedale della Media Valle del Tevere già ospita 40 pazienti Covid: le degenze ordinarie saranno raddoppiate, con l’aggiunta di 10 posti per terapia subintensiva.

Praticamente due terzi dell’ospedale di Pantalla è tornato ad esclusivo servizio dell’emergenza Covid. La Regione conta di lasciare aperti alcuni laboratori, mentre si sta valutando con la Asl dove far lavorare le equipe di medicina, presso altre strutture ospedaliere.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!