Multe ai cacciatori, chiesta la convocazione di Presenzini in Regione - Tuttoggi

Multe ai cacciatori, chiesta la convocazione di Presenzini in Regione

Redazione

Multe ai cacciatori, chiesta la convocazione di Presenzini in Regione

Fiorini: "Fare chiarezza su chi è in possesso del decreto delle Province e chi no" | Intanto fioccano i verbali e i ricorsi | Bimbo ferito nelle Marche, il Wwf Perugia attacca i cacciatori
Lun, 29/10/2018 - 13:49

Condividi su:


Il capogruppo regionale della Lega, Emanuele Fiorini, ha presentato al presidente della III Commissione, Attilio Solinas, una richiesta affinché venga convocato urgentemente il presidente della sezione di Perugia del Wwf, Sauro Presenzioni, al fine di trattare la questione relativa alla qualifica di guardia giurata ittico-venatoria volontaria.

A seguito di una contestazione ad un verbale fatto ad un cacciatore spoletino un anno fa, infatti, il legale della Libera Caccia dell’Umbria, Marzio Vaccari, ha sollevato la questione del possesso o meno, da parte di Presenzini e di altri iscritti al Wwf, del decreto della Provincia, l’unico che abilita le guardie volontarie ad effettuare controlli in materia venatoria.

La Libera Caccia ha chiesto ufficialmente a tutte le Istituzioni coinvolte (la Provincia di Perugia, la Prefettura di Perugia e la Regione Umbria, da cui transitano le multe) se le guardie del Wwf interessate sono in possesso del decreto, ma non ha ancora ottenuto risposta.


Multe ai cacciatori da chi non può farle


Il consigliere regionale Fiorini aveva posto il problema durante un question time, ottenendo dall’assessore Cecchini la conferma che soltanto chi è in possesso del decreto della Provincia può effettuare i controlli e la promessa che la Regione avrebbe fatto le opportune verifiche con le Province di Perugia e di Terni.

Fioccano le multe

Nel frattempo, alcune delle guardie ambientali del Wwf che secondo quanto appreso informalmente dalla Libera Caccia non avrebbero in effetti il decreto abilitativo della Provincia continuano ad elevare multe ai cacciatori. In particolare nella zona dello Spoletino. E con le multe, arrivano i ricorsi per annullare i verbali in quanto fatti da chi non avrebbe titolo.


Guardie venatorie, Cecchini: “Solo le Province possono autorizzare le multe


Eppure dalle Istituzioni coinvolte non arriva, a distanza di mesi, una parola definita, nonostante la verifica degli elenchi di coloro che sono in possesso del decreto della Provincia dovrebbe essere piuttosto facile e rapida.

Da qui l’ulteriore iniziativa di Fiorini: “Occorre fare chiarezza – spiega il consigliere della Lega – sui requisiti necessari a svolgere questa importante funzione a tutela dell’ambiente e dei tanti cacciatori umbri che si sono trovati in situazioni spiacevoli nello svolgere la loro attività venatoria. In particolare – prosegue – sono stati sottoposti a sanzioni pecuniarie da parte di persone che non potevano svolgere la mansione di guardie volontarie poiché non in possesso del regolare decreto rilasciato esclusivamente dalle Province. A tutela dei cacciatori fatti oggetto dell’attività accertativa e sanzionatoria – conclude Fiorini – chiediamo a Sauro Presenzini di chiarire in sede di Commissione regionale la posizione delle guardie ittico-venatorie volontarie”.

Il Wwf Perugia all’attacco dei cacciatori

Intanto il Wwf di Perugia (da cui è partita la petizione per istituire il reato di omicidio venatorio) prosegue sui social la propria battaglia contro i seguaci di Diana, sotto lo slogan “Cacciatori, …brava gente!!!“. Questa volta si commenta il grave ferimento di un bambino di 10 anni nelle Marche, colpito alla testa da pallini di rimbalzo dopo un colpo di fucile. “Ma si sa – è il commento del Wwfi di Perugia – é il solito ‘incidente di caccia’, …il cacciatore é esente da colpe! Quel bambino, non doveva trovarsi lì!!! Sicuramente – conclude il post – la colpa, sarà dei Marziani“.


Dall’Umbria si chiede di istituire il reato di omicidio venatorio


Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!