“Mondi arcani e lande cosmiche”, oggi si inaugura la mostra di Lolita Venturini

“Mondi arcani e lande cosmiche”, oggi si inaugura la mostra di Lolita Venturini

La spoletina Lolita Venturini espone a Todi alla “Sala Torcularium – Nido dell’Aquila”

share

Sabato 13  Luglio, alle ore 18 , presso lo Spazio espositivo  “Sala Torcularium – Nido dell’Aquila” di Todi,  avrà luogo l’attesissima inaugurazione della Personale di Pittura dell’Artista  Lolita Venturini dal titolo: “Mondi Arcani e Lande Cosmiche”.

Grazie al Comune di Todi  – Assessorato alla Cultura, la Venturini debutta per la prima volta con una sua Mostra personale.

Nata a Spoleto, fin da bambina mostra una particolare inclinazione verso l’arte, in particolar modo quella figurativa, coltivando fino all’adolescenza la sua passione per il disegno e per la pittura. Nonostante ciò i suoi studi non saranno in questo settore, ma si diploma all’istituto alberghiero di Spoleto. Per alcuni anni accantona questa sua vena artistica, sino al 2016, sperimentando e scoprendo tecniche del tutto personali.

Partecipa a diverse mostre collettive organizzate dall’Aion Art ad Assisi, Terni, Bevagna e Spello; a Spoleto “Pittura è donna – donna è pittura” a Cura di Linda Lucidi” Omaggio pittorico alla donna”, successivamente “Paesaggi umbri” entrambe a cura dell’associazione culturale la bottega dell’arte, mentre ad Orivieto partecipa alla mostra internazionale d’arte contemporanea “Diverse da te?” a cura dell’Aion Art. A Leonessa (Rieti), partecipa alla mostra “Leonessa a colori” (Ciò che è senza nome) 4’ Expo d’arte contemporanea internazionale, curata dal  Maestro Massimo Bigioni  direttore artistico e presidente Associazione Aion Art.

Nel mese di marzo 2019  partecipa alla Mostra  collettiva presso la sala Affreschi di palazzo del Pegaso: “Leonardo maestro, genio e regolatezza”, promossa dall’associazione Aion Art  organizzata in collaborazione con il Consiglio Regionale della Toscana. Nel mese di Giugno 2019, con due sue opere partecipa ad una mostra collettiva a Spoleto.

La parola per descrivere la tecnica che varia dall’utilizzo dei pennelli all’utilizzo degli stecchini. Alternativi sono i supporti e i materiali usati, non solo nelle classiche tele ma anche cartoncini , plastica e pietre, mentre tra i materiali usati e abbonda l’acrilico così come il caffè, fino ad arrivare alle sue ultime creazioni dove il polistirolo e la plastica prendono forma e colore diventando un’opera che si potrebbe definire un ibrido tra pittura e scultura.

Questa sua grande sfida con se stessa – come afferma – è stata affrontata grazie al pieno supporto della famiglia e grazie al ricordo, sempre vivo,  dei suoi genitori che hanno spinto l’Artista a dedicarsi completamente alla Pittura. La caratteristica di Lolita Venturini  le Opere  naturali, poiché lo spettatore deve essere insieme partecipe e testimone per interagire con esse.

La Mostra è stata organizzata grazie alla grande disponibilità del Comune di Todi, in particolare nelle persone del Sindaco Antonino Ruggiano e dell’Assessore alla Cultura Claudio Ranchicchio ed è realizzata in collaborazione con l’Associazione Aion Art. La suddetta Mostra resterà aperta al pubblico dal 13 luglio al 4 agosto 2019, dalle ore 10,00  alle ore 19,00, con ingresso libero.

share

Commenti

Stampa