MENINGITE: PRESUNTO CASO A MONTEFRANCO (TERNI) DOPO L'ALLARME NEL VENETO

MENINGITE: PRESUNTO CASO A MONTEFRANCO (TERNI) DOPO L'ALLARME NEL VENETO

share

Dopo i casi di meningite nel Veneto, che hanno portato alla morte di tre persone su sette colpite, un presunto caso di meningococco è stato segnalato a Terni. Una bambina di 18 mesi è stata infatti ricoverata al Santa Maria per sospetta meningite. Le analisi sono state inviate all'ospedale pediatrico Meyer di Firenze. La bambina è grave, ma non in pericolo di vita. Già qualche mese fa era stato segnalato un caso di meningite nel ternano, fortunatamente risoltosi senza conseguenze per il bambino colpito.

Rimane dunque da accertare se è meningite quella che ha colpito la bambina di un anno e mezzo e se è dello stesso tipo che ha colpito il trevigiano. L'asl di Terni precisa comunque che nella eventualità venisse confermata la meningite, sono già pronti i vaccini per tutte le persone venute a contatto con la bambina.

Intanto nel nord Italia è stata avviata una massiccia campagna di vaccinazioni, con code all'esterno degli ospedali, per tutti i giovani dai 15 ai 29 anni. Questo dopo il contagio di sette persone, che per tre casi è stato letale. E potrebbe essere la meningite la causa della morte di un operatore del carcere di Trieste avvenuta ieri. Ma anche qualora il fatto fosse accertato, dall'azienda sanitaria spiegano che comunque non c'è un'epidemia in corso.

share

Commenti

Stampa