Maroni, a Varese i funerali di Stato. Meloni “Italia fortunata a poter contare su di lui” - Tuttoggi

Maroni, a Varese i funerali di Stato. Meloni “Italia fortunata a poter contare su di lui”

ItalPress

Maroni, a Varese i funerali di Stato. Meloni “Italia fortunata a poter contare su di lui”

Ven, 25/11/2022 - 14:34

Condividi su:


VARESE (ITALPRESS) – A Varese l’ultimo saluto a Roberto Maroni, l’ex ministro morto il 22 novembre all’età di 67 anni. Il feretro è arrivato accolto dagli applausi della piazza, che sono proseguiti anche dentro la Basilica di San Vittore.
Ai funerali di Stato, presenti anche il presidente del Consiglio Giorgia Meloni, i presidenti di Camera e Senato, con ministri e i due vicepremier. Molte le persone radunate in piazza e nell’area circostante.
E’ stato allestito un maxi schermo per consentire ai cittadini di partecipare alle esequie.
“Qui a Varese – ha detto Giuseppe Natale Vegezzi, vescovo ausiliare di Milano durante l’omelia – ho sentito dire spesso in questi giorni che era uno di noi. Bello quando un politico riesce a farsi percepire così, come uno di noi. Le sue origini umili non le ha mai rinnegate e le ha sempre vissute con normalità, soprattutto quando tornava a Lozza dove era non il ministro ma il marito di Emilia e il padre di Chelo, Fabrizio e Filippo”.
Nel corso della cerimonia anche il ricordo del figlio Filippo: “Papi, sappiamo che per te non è stato facile essere papà perchè il tuo lavoro, che era la tua passione, ti ha tenuto lontano da casa. Accendevamo la tv e ti vedevamo là ma non siamo stati mai arrabbiati con te, forse solo un pò durante l’adolescenza, ma ci è passata in fretta. Per questo era sempre una grande gioia vederti tornare”.
Lasciando la chiesa, il presidente del Consiglio Giorgia Meloni, ha commentato: “Maroni era una persona capace di grande concretezza e visione. Era una delle persone che ho conosciuto che più sapevano fare gioco di squadra. Ne ho un ricordo straordinario. Tra l’altro ci sentivamo. Penso che l’Italia sia stata fortunata a poter contare su una persona così nelle sue istituzioni”.
-foto xa1-
(ITALPRESS).

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!