Lutto al Trasimeno per la morte della storica dirigente scolastica

Lutto al Trasimeno per la morte della storica dirigente scolastica

Redazione

Lutto al Trasimeno per la morte della storica dirigente scolastica

Mar, 06/12/2022 - 11:15

Condividi su:


Vera Salvi Righi aveva 101 anni, il cordoglio delle comunità di Magione e di Passignano e il ricordo di generazioni di studenti

Si è spenta, dopo una vita letteralmente dedicata alla scuola, la storica direttrice didattica Vera Salvi Righi, che nel luglio 2021 aveva raggiunto il traguardo dei cento anni.

Nata nel Comune di Corciano e vissuta a Magione dopo il matrimonio avvenuto nel 1950 con Filiberto Righi, per il suo centenario era stata festeggiata da due sindaci: Sandro Pasquali, sindaco di Passignano sul Trasimeno luogo collegato alla vita professionale; e Giacomo Chiodini, sindaco di Magione, comune legato alla sfera familiare. Sindaci che ora esprimono il cordoglio delle loro comunità per la scomparsa della storica direttrice didattica.

Laureatasi in Lettere e Filosofia a Roma in tempo di guerra, con altre colleghe raggiungeva l’Università nella capitale a bordo delle camionette dei carabinieri per motivi di sicurezza, ha iniziato la sua carriera come insegnante in tante piccole scuole tra cui a Montarale e Taverne di Corciano dove andava in bicicletta. Per nascondersi alla vista di una colonna di tedeschi in transito fu anche costretta con la bicicletta a buttarsi in un fosso da cui la tirarono fuori tutta bagnata ma salva.

Dopo la chiusura delle scuole a causa della guerra Vera Salvi riprende l’attività scolastica vincendo il concorso per dirigente con un incarico per i primi due anni a Norcia e poi a Passignano. Dal suo ruolo dirigenziale difenderà fino all’ultimo la vita delle piccole scuole sia nel Circolo da lei diretto, quello di Passignano sul Trasimeno che allora vedeva scuole aperte a Colpiccione, Trecine, Le Crete di Pian di Marte; ma soprattutto quella di Isola Maggiore dove le difficoltà per raggiungere una scuola decentrata erano maggiori. A Passignano vedrà l’istituzione della prima scuola a tempo pieno gestendone la novità sia dal punto di vista dei programmi che delle attività pomeridiane. Nel 1986 la pensione chiude la sua lunga attività scolastica, ricevendo anche il Diploma di benemerenza di prima classe della Presidenza della Repubblica Italiana.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!