Liceo Donatelli di Terni rappresenterà l'Umbria alle finali nazionali di Debate - Tuttoggi

Liceo Donatelli di Terni rappresenterà l’Umbria alle finali nazionali di Debate

Redazione

Liceo Donatelli di Terni rappresenterà l’Umbria alle finali nazionali di Debate

Il liceo ha vinto le finali regionali. Il modello del World School Debate insegna ai ragazzi la capacità di argomentare
lunedì, 11/02/2019 - 11:39

Condividi su:


Liceo Donatelli di Terni rappresenterà l’Umbria alle finali nazionali di Debate

“Non dico esemplare ma sicuramente notevole“: è stato questo il commento del giudice al dibattito sostenuto dagli studenti del Liceo “Donatelli” di Terni giovedì 7 febbraio. La squadra ternana ha sfidato in finale quella dell’IIS Capus L. Da Vinci di Umbertide vincendo così alle selezioni regionali delle Olimpiadi del Debate.

Grazie a questo successo la scuola avrà l’onore di rappresentare la Regione Umbria alle Olimpiadi Nazionali del Debate in programma a Roma dal 26-29 marzo.

I quattro speaker che andranno a Roma sono Francesco Barcherini, Zauda Hamraoui, Ginevra Tinarelli e Matteo Lorusso, saranno coadiuvati dai compagni Camilla Candelori, Guido Pavanello, Alessia Becelli, Giovanni Paterni e dalle insegnanti che hanno seguito il progetto, Simona Nucciarelli, Valeria Dalla Croce, Chiara Bacoccoli, Monica Petronio.

Il Debate consiste in una tecnica di discussione formale regolata, accreditata a livello mondiale da un regolamento condiviso, che consiste nell’affrontare un tema (di solito di ambito sociale, politico, economico) dal punto di vista PRO e da quello CONTRO. I ragazzi devono costruire le necessarie argomentazioni e svilupparle secondo una logica coerente, illustrandole alla giuria secondo tempi e modalità precise.

Una tecnica utile, che affonda le sue radici nella filosofia greca, nel dialogo inteso come capacità di entrare in relazione e scoprire, nella Logica aristotelica e nell’ars oratoria romana, e che insegna ai ragazzi a praticare il rispetto dell’altro e delle opinioni contrarie. L’aspetto infatti più innovativo del Debate è che ogni squadra (composta da 3 persone) deve prepararsi sia sugli argomenti pro che sui contro e conosce solo poco prima della gara il lato da cui deve discutere.

Il Debate insegna a sostenere le proprie idee, ad argomentarle costuendo nessi logici di causaeffetto, consente di mettere in pratica strategie di Public Speaking, di superare la paura del confronto, di conoscere e regolare la propria emotività e di sviluppare la capacità di lavorare in gruppo. Ogni speaker, infatti, gioca per sé ma in necessaria relazione con i membri della sua squadra: ci si dividono compiti e ruoli, tempi e paure e ci si sostiene a vicenda, rispettando il diritto di opinione e parola degli avversari.


Condividi su:


Aggiungi un commento