La Yamaha non sostituirà Valentino Rossi al Gp di Teruel - Tuttoggi

La Yamaha non sostituirà Valentino Rossi al Gp di Teruel

ItalPress

La Yamaha non sostituirà Valentino Rossi al Gp di Teruel

Dom, 18/10/2020 - 12:00

Condividi su:


La Yamaha non sostituirà Valentino Rossi al Gp di Teruel

La Yamaha non sostituirà Valentino Rossi, positivo al Coronavirus, al Gran Premio de Teruel del prossimo weekend. A renderlo noto è la stessa Yamaha e il Monster Energy Yamaha MotoGP, ricordando che, come previsto dal Dpcm emanato martedì scorso, il campione di Tavullia non potrà partecipare all’evento della prossima settimana (23-25 ottobre). Il provvedimento italiano prevede che chiunque risulti positivo al test Covid-19 deve rimanere in autoisolamento per 10 giorni dal momento del test (nel caso di Rossi è stato fatto giovedì 15 ottobre).
Trascorsi i 10 giorni previsti, il nove volte iridato dovrà effettuare un ulteriore test PCR e dare un risultato negativo. Pertanto, la prima volta che Rossi potrà partecipare ad un evento del MotoGP sarà in occasione del Gran Premio de Europa che si terrà al Circuit Ricardo Tormo di Valencia dal 6 all’8 novembre.
“Yamaha ha valutato attentamente le opzioni e ha deciso di non ingaggiare nessun pilota per sostituire Rossi al Gran Premio de Teruel – si legge -. Questa decisione è stata presa sulla base dell’alto livello di stress che è stato posto ai membri del progetto MotoGP della Yamaha durante questa stagione segnata dal Covid-19. Tenendo conto del ridotto numero di partecipanti agli eventi e della lunga permanenza degli ingegneri YMC e del personale del team non europeo, YMC e Monster Energy Yamaha MotoGP hanno scelto di non imporre l’ulteriore stress per adattarsi ad un nuovo pilota che, nel caso, avrebbe dovuto sostituire Rossi per un solo weekend di gara”.
Decidendo di non ingaggiare nessun pilota sostitutivo per il Gran Premio de Teruel, Yamaha ha confermato alla Race Direction di rispettare il Regolamento del Campionato del Mondo FIM. L’articolo 1.11.3.ii, ricorda Yamaha, stabilisce infatti che: “Le squadre devono fare ogni ragionevole sforzo per fornire un pilota sostituto qualificato per adempiere ai loro obblighi di iscrizione entro 10 giorni dal ritiro”.
Il ritiro di Rossi dal GP di Aragona è stato ufficialmente comunicato dal Monster Energy Yamaha MotoGP all’IRTA venerdì 16 ottobre. Ciò significa che il limite dei 10 giorni sarà raggiunto lunedì 26 ottobre, il giorno dopo la gara del Gran Premio de Teruel. Il team concentrerà “i suoi sforzi nel sostegno” di Maverick Viñales e fa sapere che “un ulteriore aggiornamento sulle condizioni di Rossi verrà comunicato la prossima settimana”.
(ITALPRESS).

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!