LA MOSTRA DI MIRKO BAJSIC "NATURALMENTE", ALLA FESTA DEL BOSCO DI MONTONE - Tuttoggi

LA MOSTRA DI MIRKO BAJSIC “NATURALMENTE”, ALLA FESTA DEL BOSCO DI MONTONE

Redazione

LA MOSTRA DI MIRKO BAJSIC “NATURALMENTE”, ALLA FESTA DEL BOSCO DI MONTONE

Gio, 21/10/2010 - 15:45

Condividi su:


LA MOSTRA DI MIRKO BAJSIC  “NATURALMENTE”, ALLA FESTA DEL BOSCO DI MONTONE

Quale migliore scenario potrebbe incorniciare una mostra pittorica dove la natura è il filo conduttore? Alla “Festa del Bosco di Montone”, presso la sala del Consiglio Comunale si terrà dal 29 ottobre all'1 novembre la mostra di pittura naif del pittore croato Mirko Bajsic. Il titolo della mostra vuole evidenziare l’istintiva spontaneitá e immediatezza con la quale l’artista riesce a illustrare scene di vita quotidiana, dove la Natura ha sempre il ruolo indiscusso di prima donna.

I personaggi ritratti nei suoi quadri svolgono lietamente e con naturalezza le loro faccende quotidiane, raccolgono i pomodori o le olive, preparano il legname per l’inverno, si preoccupano degli animali del cortile, il tutto sempre immersi in una natura fiabesca. Persino le nature morte del pittore non sono mai situate in un ambiente chiuso: gli oggetti sono posti su un tavolo, ma sempre all’aperto dove trionfa lo spettacolo della natura circostante.

L’ansia, lo stress e la tensione dell’uomo moderno imprigionato nei suoi ritmi frenetici non esistono più’. L’osservatore viene proiettato in un mondo incantato e fantastico, dove si sente un po’ come Alice nel Paese delle Meraviglie. La sorpresa nello scoprire ancora un dettaglio sfuggito al primo sguardo distratto, invita ad indugiare davanti ai quadri in un gioco avvincente e fantastico.

La tecnica usata dal pittore croato è quella dell’olio su vetro, dove le varie fasi della pittura classica vengono invertite: prima vengono infatti dipinti i dettagli e alla fine lo sfondo.

Il pittore deve dipingere a strati e al contrario: tutto quello che viene dipinto a sinistra, girando il quadro passa a destra. Il colore ad olio su vetro impiega molto tempo ad asciugare. Questo comporta lavorare contemporaneamente a più quadri e dedicare a volte mesi di lavoro per poter completare una singola opera. Questa tecnica, molto apprezzata per la brillante lucentezza che solo il vetro riesce a donare ai colori, ha origini medievali religiose e popolari: si e’ diffusa nell’area dell’Europa centrale e ha avuto grandi maestri in Croazia all’inizio del XX secolo. La cosiddetta scuola di Hlebine della quale Mirko Bajsic molto ha ereditato, nacque appunto con la pittura di artisti autodidatti come Ivan Generalic e Franjo Mraz, contadini che nel tempo libero iniziarono a dipingere scene di vita quotidiana su vetro.

Orario di apertura: 10:30-12:30 e 15:30-21:30

Ingresso gratuito.

Per maggiori informazioni:

www.mirkobajsic.com

www.comunemontone.it


Condividi su:


Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!