Il Lirico Sperimentale presenta "Drosilla e Nesso" prima rappresentazione dell'edizione critica di Lorenzo Tunesi - Tuttoggi

Il Lirico Sperimentale presenta “Drosilla e Nesso” prima rappresentazione dell’edizione critica di Lorenzo Tunesi

Redazione

Il Lirico Sperimentale presenta “Drosilla e Nesso” prima rappresentazione dell’edizione critica di Lorenzo Tunesi

Continua l’importante collaborazione con il Centro Studi “Pergolesi” dell’Università degli Studi di Milano, al Caio Melisso il 13-14 e 15 settembre
Mer, 11/09/2019 - 17:02

Condividi su:


Dopo il successo dell’opera Re di Donne di John Palmer, su libretto di Cristina Battocletti e John Palmer, il Teatro Lirico Sperimentale “A. Belli” di Spoleto continua le attività della 73ma Stagione Lirica Sperimentale. Questo weekend (venerdì 13 e sabato 14 settembre, ore 21.00 | domenica 15 settembre, ore 17.00) andrà in scena al Teatro Caio Melisso di Spoleto Drosilla e Nesso – intermezzo del ‘700 di Leonardo Leo su libretto di Carlo De Palma – nell’ambito della collaborazione con il Centro Studi Pergolesi dell’Università degli Studi di Milano e reso possibile grazie al sostegno della “Fondazione Francesca, Valentina e Luigi Antonini”. Info segreteria@tls-belli.it.

Il nuovo allestimento di Drosilla e Nesso, in prima rappresentazione nell’edizione critica di Lorenzo Tunesi, sarà diretta dal Maestro Pierfrancesco Borrelli su regia di Davide Gasparro e scene di Elena Zamparutti, luci di Eva Bruno e costumi di Clelia De Angelis. Ensemble strumentale del Teatro Lirico Sperimentale, Maestro al cembalo Livia Guarino.

Gli interpreti vocali saranno Silvia Alice Gianolla e Zuzana Jeřábková – vincitrici del Concorso “Comunità Europea” per giovani cantanti lirici del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto “A. Belli”, ed. 2019 – che si esibiranno nel ruolo di Drosilla e Paolo Ciavarelli nel ruolo di Nesso, vincitore del Concorso “Comunità Europea” per giovani cantanti lirici del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto “A. Belli”, ed. 2016.

Drosilla e Nesso è un intermezzo buffo che presenta una struttura drammaturgica anomala rispetto ad altri esemplari dello stesso periodo. «Non ci troviamo di fronte un intreccio autoconclusivo, slegato dall’opera seria di cui inframezzava gli atti», afferma Davide Gasparro nelle sue note di regia, sono piuttosto delle «scene comiche che vanno ad integrarsi alle vicende del melodramma, non operando arresti nel flusso della trama». E la scelta di creare una struttura narrativa che integrasse le scene tra loro deriva proprio da questa peculiarità, così come per l’allestimento scenico curato da Elena Zamparutti – vincitrice nel 2017 del Duch National Design Award per la scenografia. «L’idea che vogliamo portare in scena col regista – commenta la Zamparutti – è quella dell’esistenza di un muro tra le persone che nel gioco amoroso, fatto di botta e risposta come in una partita di tennis, viene in qualche modo attraversato. E così alla fine Nesso entra nel mondo di Drosilla».

La 73ma Stagione Lirica Sperimentale continua con Operalieder Liebeslieder su musiche di Brahms, Schubert e Schumann (Villa Redenta | 18 settembre 2019, ore 21) e il Barbiere di Siviglia, con regia di Paolo Rossi (Teatro Nuovo | 17 settembre 2019, ore 18 (anche per le scuole) | 18 – 19 settembre 2019, ore 10.00 (anche per le scuole) | 20 – 21 settembre 2019, ore 20.30 e 22 settembre 2019, ore 17.00).

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!