Il Coronavirus arrivato a Panicale: primi due casi

Il Coronavirus arrivato a Panicale: primi due casi

Massimo Sbardella

Il Coronavirus arrivato a Panicale: primi due casi

Primi due casi di infettati, non collegati tra loro
Mer, 25/03/2020 - 12:59

Condividi su:


Il Coronavirus arrivato a Panicale: primi due casi

Il Coronavirus è arrivato anche a Panicale. Prima due casi di positività comunicati oggi dalla Usl al Comune. Si tratta di due casi separati e senza possibilità di contaminazione tra loro.

Le due persone contagiate, contattate telefonicamente dal sindaco Giulio Cherubini, stanno abbastanza bene, con sintomi lievi. Alle prime avvisaglie di febbre si erano già da giorni messe in autoquarantena in casa.

Sono casi isolati – spiega il sindaco – con limitatissimi contatti sul territorio. Tutte le procedure di cautela individuali e di comunità sono già attive e in lavorazione continua“.

Attivato il Coc

A Panicale il Centro Operativo Comunale (Coc) è attivo e in preallerta da oltre una settimana. Oltre al personale comunale e sanitario e alle forze dell’ordine, al lavoro nel Coc anche i volontari di Croce Rossa, Protezione Civile e Misericordia.

Questo quadro non deve però spaventarci – avverte il sindaco Cherubini – ma deve far accrescere in noi un maggior senso di responsabilità: stiamo a casa e rispettiamo sempre le distanze di sicurezza. Ora più che mai, bisogna essere uniti, forti e responsabili”.


Condividi su: