Generazione Futuro e Futuro e Liberta' in piazza per firmare contro i costi della politica e l'abolizione delle province - Tuttoggi

Generazione Futuro e Futuro e Liberta' in piazza per firmare contro i costi della politica e l'abolizione delle province

Redazione

Generazione Futuro e Futuro e Liberta' in piazza per firmare contro i costi della politica e l'abolizione delle province

Mer, 20/07/2011 - 11:44

Condividi su:


Generazione Futuro e Futuro e Liberta' in piazza per firmare contro i costi della politica e l'abolizione delle province

di Michael Surace e Alessandro Campana (*)

I costi della politica non possono più gravare sui cittadini, pertanto Futuro e Libertà Spoleto invita tutti i cittadini a venire domani in Piazza Garibaldi dalle ore 17 alle ore 20 per firmare a favore della proposta di legge di iniziativa popolare per l’abolizione delle Province e l’accorpamento dei comuni con meno di mille abitanti. Verranno inoltre raccolte le adesioni per aderire al costituendo Comitato Promotore regionale della legge per l’abolizione delle province e l’accorpamento dei micro comuni a cui possono partecipare persone di ogni schieramento politico.

Futuro e Libertà a Spoleto è finalmente una realtà e l’apertura del Circolo territoriale “Falcone e Borsellino” coinciderà proprio con la raccolta firme che il movimento di Gianfranco Fini sta promuovendo su tutto il territorio italiano per cominciare a dare un segnale al Parlamento che in un momento di crisi e di finanziarie di “lacrime e sangue” i costi della politica non possono più ricadere sui cittadini.

In particolar modo nutriamo forti dubbi sul ritorno economico delle spese sostenute dai contribuenti spoletini in termini di servizi e investimenti sul nostro territorio da parte della Provincia di Perugia. Anzi, a fronte di una progressiva marginalizzazione della nostra città in termini di servizi, sanità e infrastrutture nei confronti dell’asse Perugia-Foligno ci chiediamo con quale giustificazione i cittadini di Spoleto possano sopportare ancora le spese della Provincia che, secondo dati del Ministero per l’innovazione e la Pubblica Amministrazione, nel 2009 ha assegnato ad uffici e settori 101 vetture per un costo auto di 213.379 euro e di rappresentanza 87.528 euro, impegnando nella gestione del Parco auto ben 26 persone. Nel 2010 la Provincia dichiarava un Parco auto di 187 mezzi, oltre a far fronte al mantenimento di 6 sedi amministrative (tutte dislocate a Perugia ovviamente), stipendiare 30 consiglieri Provinciali con annessi gruppi consiliari e segretari, viaggi all’estero dei suoi rappresentanti, mantenere più di 100 Uffici e 32 dirigenti e tante altre spese che potrebbero essere risparmiate.

Le funzioni della Provincia e i dipendenti potrebbero essere tranquillamente assorbiti da Regioni e Comuni, ma almeno i cittadini non saranno costretti a pagare di tasca propria il mantenimento di apparati burocratici, politici e di dirigenti dallo stipendio d’oro che poco hanno a che vedere con il reale investimento chiesto dai cittadini sul proprio territorio. Un dato su tutti: nel 2010 il costo per mantenere le province è stato di oltre 14 Miliardi di Euro: solo il 27% è servito al miglioramento dei servizi utili al cittadino, mentre il restante 73% è servito per pagare dipendenti, auto blu, spese di rappresentanza, rimborsi spese e bollette.

Dovevano essere soppresse, stando ai proclami del premier Berlusconi in campagna elettorale. Di quei proclami, due anni dopo, non si ha piu' traccia. A seguito di una finanziaria dai tagli lineari su Sanità, Istruzione, prima casa e figli a carico, e che colpisce soprattutto le famiglie della fascia medio-bassa della popolazione, i cittadini non possono far altro che prendere atto della necessità di risparmio del Governo ma, al contempo stesso, possono chiedere alla politica di fare anch’essa i sacrifici necessari per non gravare più con le proprie spese sulle tasche degli italiani. Cominciamo dalle Province.

(*) Michael Surace Futuro e Libertà Spoleto – Responsabile Circolo “Falcone e Borsellino”

Alessandro Campana – Responsabile Circolo “Generazione Futuro Spoleto”

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!