A Foligno prima mostra di fotografi con disabilità - Tuttoggi

A Foligno prima mostra di fotografi con disabilità

Claudio Bianchini

A Foligno prima mostra di fotografi con disabilità

Dal 14 al 17 la corte di Palazzo Trinci ospiterà 'Nos. Why Not' | Progetto di inclusione sociale grazie all'arte della fotografia
Lun, 11/12/2017 - 18:26

Condividi su:


A Foligno prima mostra di fotografi con disabilità

E’ in programma da venerdì  15 a domenica 17 dicembre, nella Corte di Palazzo Trinci a Foligno, la mostra fotografica ‘Noi.Why not’ curata da Almudena Gonzàlez e Marta Onali, come progetto laboratorio de La Locomotiva cooperativa sociale per conto della Usl2 con il patrocinio del Comune di Foligno. Il lavoro ha visto protagonisti alcuni ospiti con disabilità dei centi ‘Il Laboratorio’, ‘L’Orizzonte’ e ‘Il Melograno’.

La mostra vuol offrire nuove prospettive laboratoriali ed opportunità di inclusione sociale alle persone con disabilità, un’idea nata e sviluppata in sinergia con ‘Nos. Why Not’ prima agenzia di fotografi con disabilità nata a Barcellona sette anni fa. Nei mesi di ottobre e novembre, sedici partecipanti, hanno seguito dieci lezioni, con il supporto degli operatori. Dalla struttura della macchina fotografica alla messa a fuoco, una full immertion nel mondo della fotografia che li ha portati poi a fotografare alcuni scorci della propria città: il Parco dei Canapè, piazza San Domenico, piazza della Repubblica solo per citarne alcuni. Terzo passaggio, quello dell’acquisizione delle immagine su computer ed elaborazione in laboratorio fotografico professionale.

La fotografia come strumento terapeutico e sociale, la macchina fotografica come chiave d’accesso per il dialogo e l’incontro, sia con se stessi che con gli altri. Ed infine, ultima fase, non di certo meno importante: l’allestimento vero e proprio della mostra, che ha li visti impegnati nella selezione delle opere, nella titolazione e nell’organizzazione della stessa conferenza stampa di questa mattina a Palazzo Comunale. Ora gli resta l’inaugurazione dell’allestimento e lo smontaggio conclusivo. Un vero e proprio ‘pacchetto completo’.

“Stiamo parlando di una novità assoluta – ha dichiarato con orgolgio Francesca Cesarini de La Locomotiva – che ci consente di offrire nuove opportunità d’inclusione sociale alle persone con disabilità”.

“Un’iniziativa importante perché, di fronte alle tante fragilità, si possono aprire degli squarci di fronte al non posso – ha sottolineato l’assessore alle Politiche Sociali, Maura Franquillo – a testimonianza che di fronte alle difficoltà non dobbiamo arrenderci”.

Alla conferenza stampa di presentazione sono intervenuti, al tavolo dei relatori, anche Almudena Gonzàlez, Marta Onali e Stefania Belillo.


Condividi su:


Aggiungi un commento