Fiera dei Soprastanti, ancora via Gramsci teatro del grande mercato secentesco

Fiera dei Soprastanti, ancora via Gramsci teatro del grande mercato secentesco

Intanto domani al Campo de li Giochi , ultimo test prima della Rivincita del 14 settembre

share

Via Gramsci, la splendida via dei Palazzi, è pronta ad accogliere ancora la Fiera dei Soprastanti, il grande mercato secentesco di Foligno in programma domenica 31 agosto dalle ore 17 fino a mezzanotte. Il grande lavoro della Commissione Artistica dell’Ente, guidata dall’architetto Stefano Trabalza, permetterà ai visitatori di godere delle magiche atmosfere barocche e dei colpi di teatro che animeranno questa XVII° edizione dell’imponente mercato barocco. “In via Gramsci giochiamo in casa – spiega Stefano Trabalza – e questa location ci offre la possibilità di sviluppare in pieno tutta la spettacolarità della Fiera. Ci sarà più spazio per passeggiare e, soprattutto per ammirare gli oltre cento banchi. Quest’anno – aggiunge – gli espositori arrivano da ogni parte d’Italia”. I palazzi rinascimentali e barocchi saranno lo sfondo della Fiera dei Soprastanti, un evento che ogni anno richiama a Foligno migliaia di visitatori. Sono tante le novità che anche quest’anno caratterizzano il mercato.

Tre gli spazi che ospitano i banchi: via Gramsci, largo Federico Frezzi e Palazzo Candiotti con la corte ed il giardino. In via Gramsci si potranno visitare botteghe ricavate dai fondi dei privati proprio come accadeva con i fondachi secenteschi, largo Frezzi ospiterà una parte degli spettacoli degli artisti di strada e, infine, Palazzo Candiotti apre di nuovo la sua corte ed il suo giardino per ospitare i grandi bracieri. Nutrito e accattivante anche il “cartellone” degli spettacoli con gli intermezzi teatrali delle tante compagnie di artisti di strada. Da non perdere l’esibizione itinerante de La BandAntica della città di Segni, in provincia di Viterbo. Si tratta di un eccellente gruppo di suonatori che eseguono brani polifonici in occasioni di importanti celebrazioni cittadine e durante le cerimonie religiose. I Pifferi o Trombetti, come venivano chiamati, indicano soprattutto gli strumenti “alti” bombarde, cornetti, tromboni, trombe e tamburi, ma spesso, insieme a questi strumenti, ne venivano suonati altri come flauti dolci, traverse, cromorni, dulciane, cornamuse, xilofoni, ma anche strumenti a pizzico e ad arco.

La BandAntica di Segni, nata nel 2008, vuole avvicinarsi a questa realtà antica, attraverso la riscoperta di brani musicali e proponendo un gruppo di venticinque musicisti in costume d’epoca. I musici suoneranno sfilando lungo le strade della Fiera, eseguendo brani originali su copie di strumenti d’epoca. Le trovate dell’architetto Stefano Trabalza non si fermano qui, ma continuano con la musica di grande qualità proposta dal Coro La Capricciata. Insomma, tante sorprese anche in questa edizione che si appresta a ricevere nel migliore dei modi migliaia di visitatori.

E intanto domani, ultimo test prima della Rivincita del 14 settembre 2014 per i cavalli ed i cavalieri della Giostra della Quintana. Domani, a partire dalle ore 15.30 , i 10 binomi tornano in pista, per la sessione di Prove Ufficiali al Campo de li Giochi. I cavalieri avranno a disposizione tre tornate per rifinire la preparazione. Ecco l’ordine di ingresso in Campo per la sessione di Prove Ufficiali: Lucio Antici (Baldo del Rione Morlupo), Luca Innocenzi (Furente del Rione Contrastanga), Lorenzo Paci (Generoso del Rione La Mora), Matteo Martelli (Ardito del Rione Badia), Massimo Gubbini (Animoso del Rione Giotti), Diego Cipiccia (Gagliardo del Rione Ammanniti), Francesco Scattolini (Pertinace del Rione Cassero), Pierluigi Chicchini (Moro del Rione Pugilli), Gianluca Chicchini (Audace del Rione Spada), Daniele Scarponi (Fedele del Rione Croce Bianca),

share

Commenti

Stampa