Europarlamentarie, i nomi in lista per il primo turno a 5 stelle - Tuttoggi

Europarlamentarie, i nomi in lista per il primo turno a 5 stelle

Redazione

Europarlamentarie, i nomi in lista per il primo turno a 5 stelle

Venerdì urne digitali aperte: come si vota e chi spera in un posto in lista
Gio, 28/03/2019 - 12:09

Condividi su:


Europarlamentarie, i nomi in lista per il primo turno a 5 stelle

Anche una piccola pattuglia di umbri (tra cui quelli emigrati all’estero o nati altrove, ma che qui vivono e lavorano) spera di trovare un posto nella lista del Movimento 5 stelle per le elezioni europee. Domani (venerdì) dalle 10 alle 22 si vota per le selezione dei futuri candidati. Elezioni che avvengono tramite la piattaforma Rousseau.


Elezioni: la Sindaca, la Capogruppo, il Portavoce e il Signor Staff

I nomi in lista

Nomi che, come da tradizione grillina, oltre alle informazioni anagrafiche e professionali, contengono una breve presentazione, più o meno accattivante. In lista ci sono la perugina Sabrina Liberatoscioli, 51 anni, avvocato; Shahab Shir Akbari, 58enne iraniano residente a Terni laureato in architettura; Alessandro Fama, 28 anni residente a Terni, consulente finanziario aziendale Piergiacinto Galli, 75 anni, che si presenta come “intellattuale”; il pensionato 64enne perugino, ma residente a Strasburgo, Romano Racanella; Fedora Quattrocchi, 53 anni, residente a Assisi; il ternano 64enne Goffredo Bonelli, ingegnere elettronico; Andrea Maria Zaccardi, 30 anni, nato a Townsville e residente a Parigi; Michelangelo Gubbiotti, 35 anni, nato a Losanna e residente ad Assisi, amministratore di una piccola società; Marco Carcea, 37 anni, nato a Crotone e residente in Australia, ma passato per l’Università per Stranieri di Perugia; Emanuela De Nigris, 28 anni, studentessa romana residente ad Assisi; il 50enne Rosario Mastrolia, nato a Salerno e residente a Perugia, dirigente di una multinazionale; Fabrizio Zaccari, 51 anni, nato a Roma e residente in Belgio, funzionario Ue; Daniele Venturi, 44 anni, da San Gemini; Raffaella Brunozzi, 47 anni, folignate residente a Perugia, consulente di Pmi; il ternano Patrizio Calzolai, 41 anni, nato e residente a Terni; Gianluca Spaccini, 54 anni, nato a Torgiano e residente a Marsciano, manager commerciale; Stefano Salustri, 47 anni, folignate residente a Massa Martana; Aslan Palombo, 69 anni, nato al Cairo e residente ad Assisi, alla guida della onlus “Discovery Station Assisi”; il presidente del Comitato del Rio Fergia di Gualdo Tadino Dario Toffano, 60 anni; John Henry Thomas Lolli, 54 anni, nato a Baden (Svizzera) e residente a Terni; Paolo Torresi, 53 anni, nato a Bevagna e residente a Perugia, impiegato in un’azienda; Roberto Tiberi 56 anni, romano residente a Fabro, lo spoletino Fabio Leoni, 43 anni, nato e residente a Spoleto.

Chi può votare e come

Potranno votare gli iscritti da almeno 6 mesi con documento certificato ed esprimere fino a 5 preferenze con un’unica operazione di voto, filtrando i candidati sulla base di ben nove elementi che vanno dalla formazione alla partecipazione, dal curriculum alle eventuali eccellenze.
Il primo turno si svolgerà su base regionale e al termine i risultati verranno depositati presso due notai: in questa fase non verrà reso pubblico il numero di preferenze ottenute dai candidati che accederanno al secondo turno, per non influenzare la successiva votazione su base circoscrizionale, e tutti i voti diverranno pubblici al termine dell’intero processo di selezione.
Questo il link per consultare e votare le liste dei candidati: https://vote.rousseau.movimento5stelle.it/

I controlli dello staff

Non tutti sono però certi di poter correre. Perché come viene spiegato nel blog pentastellato, la pubblicazione dei nomi in lista consente di conoscere i candidati, ma anche di poter effettuare controlli più mirati. Insomma, l’esclusione è possibile.

Bollinature

Non è il caso della mancata bollinatura che è costata a Cristina Rosetti la ricandidatura a sindaco a Perugia. Per le elezioni comunali, infatti, non ci sono “parlamentarie” come per i voti alle politiche ed alle europee. In quel caso è lo staff che decide a quale delle liste inserite sulla piattaforma nell’area “open comuni” merita la certificazione a 5 stelle.
Una verifica, semmai, più simile a quella che lo scorso anno è risultata fatale al candidato in pectore a sindaco a Spoleto, Tommaso Biondi.

Elezioni, la “sindrome Spoleto” colpisce anche a Perugia


I dubbi di Agea, gli inviti di Gallinella

Proprio il “caso Perugia”, con Francesca Tizi preferita a Cristina Rosetti, ha portato alcuni elettori del Movimento a puntare l’indice contro l’eurodeputata Laura Agea, molto vicina a Di Maio e considerata una delle voci più ascoltate sulle strategie a 5 stelle in Umbria. E’ lei l’unica parlamentare umbra ed ora prova a staccare un nuovo biglietto per Bruxelles.


Elezioni a Perugia, la strategia dietro il ribaltone a 5 stelle 


Il parlamentare umbro Filippo Gallinella, intanto, prova a ricompattare la base, che invita al voto: “Decidere in che Europa vogliamo vivere è una nostra responsabilità e domani, votando i nostri candidati, faremo il primo passo in questa direzione“.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!