Dà in escandescenze sull’autobus | Denunciato per interruzione di pubblico servizio

Dà in escandescenze sull’autobus | Denunciato per interruzione di pubblico servizio

Agenti della polizia sul posto, la corsa riprende dopo un’ora


share

E’ accaduto nei giorni scorsi ad Assisi su un autobus di linea. Giunto al capolinea in Piazza Matteotti, il conducente ha richiesto l’intervento della polizia perché un giovane extracomunitario, salito a bordo durante il tragitto, gli ha impedito di ripartire per proseguire il normale tragitto previsto dalla corsa dell’autobus. All’arrivo sul posto, gli agenti della Squadra Volante del Commissariato di Assisi hanno identificato il giovane, un 22enne cittadino di origine marocchina, ma da tempo residente a Castelnuovo e con regolare permesso di soggiorno in Italia.

Il giovane salito a bordo dell’autobus a Santa Maria degli Angeli, si era messo seduto vicino al conducente, iniziando con agitazione e insistenza a proferire frasi incomprensibili. Nonostante i ripetuti inviti a mettersi seduto, l’uomo ha mantenuto un atteggiamento alterato. Completamente fuori controllo, giunti al capolinea, è stato invitato a scendere, ma a quel punto il giovane ha afferrato con forza il polso del conducente con l’intento di farlo scendere per farsi ascoltare.

Poi ha cominciato a colpirsi con dei pugni al volto, ma è stato a quel punto fermato dagli agenti di polizia giunti sul posto. Accompagnato in Commissariato ed identificato, il giovane è stato denunciato per interruzione di pubblico servizio: il conducente, infatti, dato quanto accaduto, è riuscito a riprendere la normale corsa solo dopo un’ora.

©Riproduzione riservata

share

Commenti

Stampa