Ennesima tragedia sulla variante, Smacchi “Da strada della rinascita a strada della morte”

Ennesima tragedia sulla variante, Smacchi “Da strada della rinascita a strada della morte”

Il consigliere Pd annuncia interrogazione urgente su mancata messa in sicurezza della Pian d’Assino “Tante promesse cadute nel vuoto, occorre intervento tempestivo. Nell’ultimo decennio 9 decessi per gravi incidenti”

share

Questa mattina (giovedì 27 dicembre) la strada statale 219 Pian d’Assino è tornata alla ribalta della cronaca, ancora una volta, per un drammatico incidente nel quale ha perso la vita un 59enne eugubino. Per questo motivo il consigliere regionale del Pd Andrea Smacchi ha annunciato la presentazione di una interrogazione urgente: “Ritengo che questo territorio e la sua popolazione meritino molto più di proclami e promesse. Forte e impellente è la necessità di un intervento tempestivo e risolutivo per fare della Ss 219 un’arteria finalmente efficiente e sicura”.

Nei mesi scorsi, effettivamente, numerose sono state le sollecitazioni alle istituzioni competenti sia sul tema del completamento che della messa in sicurezza di questa arteria, asse viario di collegamento fondamentale per il territorio eugubino, che nel tempo ha assunto un maggior rilievo anche a seguito del completamento della Perugia-Ancona. “Tante le promesse fatte durante i mesi scorsi da Anas, che ha annunciato la sperimentazione di un tutor innovativo, telecamere e sistemi di rilevamento dei flussi veicolari, ma purtroppo allo stato attuale siamo a un nulla di fatto. – ha aggiunto Smacchi – Se si pensa che nell’ultimo decennio 9 sono stati i decessi conseguenti a gravi incidenti su questo tratto stradale, risulta evidente l’elevatissima pericolosità e conseguentemente l’estrema urgenza di interventi”.

E’ assolutamente inconcepibile e di una gravità inaudita – conclude il consigliere regionale – che ancora non si sia proceduto ad una reale messa in sicurezza di questo tratto viario: quante altre vittime dovranno esserci affinché Anas affronti con concretezza l’annoso problema della messa in sicurezza di questa strada?”.

share

Commenti

Stampa