Disabili 'occupano' consiglio, bagarre in Comune - Tuttoggi

Disabili ‘occupano’ consiglio, bagarre in Comune

Luca Biribanti

Disabili ‘occupano’ consiglio, bagarre in Comune

Una rappresentanza dei famigliari di disabili dell'associazioni Afad ha interrotto il consiglio comunale di Terni
Mer, 26/02/2020 - 17:41

Condividi su:


Disabili ‘occupano’ consiglio, bagarre in Comune

Una rappresentanza dei famigliari di disabili dell’associazioni Afad ha interrotto il consiglio comunale di Terni in programma questo pomeriggio. La manifestazione di protesta contro le politiche sociali adottate dall’amministrazione comunale era iniziata oggi pomeriggio sotto palazzo Spada per poi trasferirsi nell’aula consiliare durante lo svolgimento dei lavori.

Il presidente dell’assemblea, Francesco Ferranti, ha interrotto la seduta e convocato la conferenza dei capigruppo concedendo udienza ai manifestanti che hanno ribadito il loro scontento sulle misure a sostegno dei portatori di handicap e alle loro famiglie, con particolare riferimento ai fondi destinati ai progetti e al servizio di trasporto, oggetto di un’aspra contesa ormai da qualche tempo.

Dopo un lungo tira e molla un membro dell’Afad è stato ricevuto privatamente dall’assessore al Welfare Cristiano Ceccotti, mentre in aula è iniziata la bagarre sulle modalità con le quali è stata gestita la situazione in aula, con il consigliere Fiorini particolarmente agitato, a fatica contenuto dal presidente Ferranti.

La presidente della Seconda Commissione ha poi chiesto all’assessore la convocazione della stessa commissione per approfondire alcune questioni legate alla gestione dei fondi destinati ai progetti per i disabili.

Il capogruppo del Pd, Francesco Filipponi: “Quanto avvenuto oggi è particolarmente grave. Le persone con disabilità presenti attendevano risposte che sono arrivate solo parzialmente grazie alla presentazione di un atto consigliare poi approvato. Non è accettabile scaricare i ritardi nell’erogazione dei servizi sul cambio dell’ assessore al welfare avvenuto ormai da sei mesi. Ricordiamo che i 170 mila euro risparmiati sul trasporto delle persone con disabilità nel 2019 sono andati come temevamo in economia di bilancio e non sono stati quindi lo scorso anno, impegnati per i progetti individualizzati. Speriamo invece che l’impegno preso dall’assessore Ceccotti per il 2020 sul ripristino del servizio piscina, sui progetti individualizzati e sulla attivazione dei tirocini extracurriculari sia rispettato. Noi saremo presenti in ogni sede per seguire il rispetto degli impegni presi per il 2020, nei confronti delle persone con disabilità”.


Condividi su:


Aggiungi un commento