Dalla Regione 72 milioni per crescita innovazione e sostegno all'occupazione / Avviata fase di concertazione Programma Annuale Sistema Produttivo - Tuttoggi

Dalla Regione 72 milioni per crescita innovazione e sostegno all'occupazione / Avviata fase di concertazione Programma Annuale Sistema Produttivo

Redazione

Dalla Regione 72 milioni per crescita innovazione e sostegno all'occupazione / Avviata fase di concertazione Programma Annuale Sistema Produttivo

Mar, 01/10/2013 - 10:39

Condividi su:


Dalla Regione 72 milioni per crescita innovazione e sostegno all'occupazione / Avviata fase di concertazione Programma Annuale Sistema Produttivo

Due provvedimenti distinti, ma interconnessi tra di loro, finalizzati alla crescita, l'innovazione e la competitività del sistema produttivo umbro e agli interventi a sostegno del lavoro e dell'occupazione, con l'aggiunta di una novità importante, ovvero l'istituzione di un Fondo di rotazione di 12 milioni di euro per contrastare le difficoltà di accesso al credito delle imprese: così l'assessore regionale allo Sviluppo economico, Vincenzo Riommi, ha riassunto il senso dei due Programmi annuali per il sistema produttivo regionale e il sostegno alle imprese, per i quali nel pomeriggio di ieri è stata avviata la fase di concertazione, prevista nell'ambito del Tavolo dell'Alleanza per lo sviluppo dell'Umbria. Erano presenti tutti i rappresentanti delle parti sociali, il direttore regionale, Lucio Caporizzi, il coordinatore dell'area impresa e lavoro, Luigi Rossetti.

I due provvedimenti possono contare su una dotazione finanziaria complessiva di oltre 72 milioni di euro di risorse pubbliche, una cifra che attiverà interventi per circa il doppio, grazie ai confinanziamenti – ha spiegato l'assessore hanno tra gli obiettivi fondamentali Riommi – E' previsto l'avvio di interventi nuovi senza, ovviamente, trascurare di dare continuità a quelli già strutturati. Il tutto nell'ottica della 'velocizzazione' dei tempi che è un altro obiettivo essenziale da raggiungere, affinché gli strumenti predisposti possano garantire in tempi brevi la loro efficacia. Per tale ragione si prevede l'emanazione di bandi a sportello e verifiche a tre mesi. “L'auspicio – ha concluso l'assessore – è quello di poter rendere disponibili le risorse a breve per contribuire così a superare le criticità e a rilanciare l'intero sistema economico regionale, investendo su aspetti ritenuti strategici, tra cui ricerca, innovazione, sviluppo e l'internazionalizzazione, e puntando su un migliore utilizzo delle risorse finanziarie”.

Aggiungi un commento