"Dalla candela alla lampadina", cento anni di elettricità a Umbertide - Tuttoggi

“Dalla candela alla lampadina”, cento anni di elettricità a Umbertide

Redazione

“Dalla candela alla lampadina”, cento anni di elettricità a Umbertide

Nelle sale della Rocca la mostra che espone gli elaborati delle varie scuole umbertidesi, visitabile fino al 7 giugno 
Lun, 18/05/2015 - 17:44

Condividi su:


“Dalla candela alla lampadina”, cento anni di elettricità a Umbertide

E’ stata inaugurata, sabato 16 maggio, la mostra “Dalla candela alla lampadina” promossa dal Comitato per il centenario dell’elettrificazione di Umbertide e patrocinata dal Comune, per commemorare l’arrivo in città dell’energia elettrica, che fece la sua comparsa nel dicembre 1915 con l’entrata in funzione del primo impianto di illuminazione pubblica. Per festeggiare l’evento che cambiò radicalmente la vita degli umbertidesi, il suddetto Comitato si è preso l’impegno di organizzare iniziative commemorative al fine di far conoscere ai cittadini, e soprattutto alle giovani generazioni, un pezzo importante della storia di Umbertide. Il primo risultato è stato proprio l’allestimento presso i locali della Rocca di una mostra che ripercorre i primi anni del Novecento, dando testimonianza di come e quanto l’avvento dell’energia elettrica abbia modificato le condizioni di vita dei cittadini.

Fondamentale è stata la collaborazione degli istituti scolastici di Umbertide che hanno portato avanti progetti sul tema dell’elettrificazione della città, mettendone poi in mostra gli elaborati finali. Così, accanto ad una ricca collezione di oggetti comuni dai primi del Novecento al dopoguerra, che danno conto dell’evoluzione tecnologica avvenuta con l’elettrificazione, nelle sale della Rocca sono esposti anche i lavori degli studenti: cartelloni colorati, fotografie e giochi di luci ed ombre delle scuole primarie “Di Vittorio” e “Garibaldi”; il plastico sul funzionamento del primo impianto elettrico di illuminazione pubblica del centro storico di Umbertide e il video che racconta la vita prima dell’avvento dell’elettricità con protagonisti gli studenti della scuola media “Mavarelli-Pascoli”; la ricerca storica e il pannello fotovoltaico che trasforma l’energia luminosa in elettrica, opera degli studenti dell’istituto superiore “Leonardo Da Vinci”. La mostra prosegue inoltre anche nei sotterranei della Rocca dove, in uno scenario decisamente suggestivo, dove sono esposti lampade e lampadari, vecchi proiettori cinematografici, strumentazioni della farmacia comunale, oggetti di proprietà della ex Ferrovia Centrale Umbra.

Prima del taglio del nastro, la mostra è stata presentata al Teatro dei Riuniti dove erano presenti il presidente e il vicepresidente del Comitato Federico Rondoni e Luigi CecchettiMario Tosti, che ha brevemente illustrato la storia dell’energia elettrica ad Umbertide, il sindaco di Umbertide, docenti, studenti e dirigenti scolastici delle scuole che hanno presentato i propri lavori, e il maestro Mario Bartocci che ha letto alcune poesie sulle condizioni di vita nelle campagne umbertidesi tra gli anni Cinquanta e Settanta. Il presidente del Comitato Rondoni ha colto l’occasione per ringraziare i volontari del Comitato e le scuole del territorio che, grazie al loro impegno, hanno reso possibile la realizzazione di questo primo evento, mentre il vicepresidente Cecchetti ha voluto ricordare Amedeo Massetti, dipendente comunale scomparso nel 2013, che contribuì alla nascita del Comitato e che, fino all’ultimo, lavorò al libro “Dalla candela alla lampadina” sulla storia dell’elettrificazione di Umbertide, portato poi avanti e concluso da Mario Tosti che verrà presentato al termine delle celebrazioni per i cent’anni dell’energia elettrica nel mese di dicembre.

La mostra “Dalla candela alla lampadina” sarà visitabile fino al 7 giugno, tutti i giorni, dal martedì alla domenica, dalle ore 10,30 alle ore 12,30 e dalle ore 16,30 alle ore 18,30. Inoltre, domenica 7 giugno, così come già avvenuto ieri, il Gruppo ferromodellistico valtiberino allestirà in piazza del Mercato una mini ferrovia su cui viaggeranno delle locomotive a vapore.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!