Covid, lettera all’Ospedale “vostra umanità è forza per chi è ricoverato solo e impaurito” - Tuttoggi

Covid, lettera all’Ospedale “vostra umanità è forza per chi è ricoverato solo e impaurito”

Redazione

Covid, lettera all’Ospedale “vostra umanità è forza per chi è ricoverato solo e impaurito”

Sab, 20/03/2021 - 14:03

Condividi su:


Si susseguono gli attestati di stima e riconoscenza nei confronti del personale del San Matteo degli Infermi, l’ospedale di Spoleto destinato alla cura dei malati covid, che anche oggi registra la lettera inviata da uno spoletino che è riuscito a vincere la battaglia contro il coronavirus.

Si tratta di Cristian Baroni, presidente della onlus Il Sorriso di Teo, la dinamica associazione nata per aiutare piccoli malati e le loro famiglie e aiutare la ricerca e la prevenzione in campo cardiologico.

Il logo della benemerita associazione

Baroni, che ieri sulla propria pagina Facebook ha scritto una commovente lettera al compianto figlio cui è dedicata l’associazione per raccontare la propria esperienza sanitaria, ha voluto inviare una lettera di ringraziamento anche a Tuttoggi.

Dopo più anno dall’inizio della pandemia e aver ricevuto tanti attestati di stima e ringraziamenti da parte del personale dell’Ospedale San Matteo degli Infermi per il nostro impegno, insieme a tanti altri, in favore del nostro nosocomio, oggi sono qua io a dover ringraziare tutta la struttura spoletina. Vorrei ringraziare tutti, dai medici agli infermieri, dagli oss agli inservienti e chiunque lavori o presti la sua opera all’interno dell’ospedale per il loro impegno e dedizione verso i cittadini che devono ricorrere alle cure mediche”.

Cristian Baroni (foto da Facebook)

Sarebbe troppo facile e oserei dire riduttivo, ringraziare per le cure che mi sono state assicurare durante il periodo del mio ricovero” continua Baroni “Durante il mio soggiorno in struttura ho visto il personale lavorare in condizioni difficili per via della sicurezza da garantire, stanchi da un emergenza che non da respiro ma che mai hanno messo da parte quell’umanità, che per chi è ricoverato solo e impaurito è fondamentale.

Grazie perché  curare noi significa mettere a rischio la vostra salute e quella dei vostri cari, perché significa lavorare fianco a fianco alla morte è stressante oltre modo. Grazie a nome di tutta la nostra Associazione, promettendovi che saremo ora e sempre al vostro fianco, cercando di fare tutto quello che sarà nelle nostre possibilità per agevolare la vostra opera. GRAZIE”.

(foto tratte da Facebook)

Ultima notizia: Salvato dal Covid ringrazia Ospedali di Spoleto e Cascia | La lettera di un noto professionista

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!