Covid-19, annullato il Palio dei Terzieri di Città della Pieve - Tuttoggi

Covid-19, annullato il Palio dei Terzieri di Città della Pieve

Redazione

Covid-19, annullato il Palio dei Terzieri di Città della Pieve

Voto unanime del Consiglio sull'annullamento | L’Amministrazione comunale: “E’ la decisione più difficile, ma più saggia”
Lun, 27/07/2020 - 10:14

Condividi su:


Covid-19, annullato il Palio dei Terzieri di Città della Pieve

Ci abbiamo provato con tutto l’impegno, ma alla fine abbiamo dovuto prendere la decisione più difficile”.

Con queste parole l’Amministrazione pievese guidata dal sindaco Fausto Risini oggi annuncia, con grande rammarico, la decisione di annullare l’edizione 2020 del Palio dei Terzieri.

“Amici castellani, borgo dentrini e maremmani – si legge nella comunicazione odierna – come sapete, a maggio l’Ente Palio è partito con forte convinzione nei lavori propedeutici alla realizzazione del nostro Palio dei Terzieri, seppur nella consapevolezza che vi sarebbero state grandi difficoltà legate all’emergenza sanitaria.

Fortunatamente la situazione regionale era per lo più covid-free, motivo per cui ci siamo messi a testa bassa ad organizzare insieme il momento più significativo e travolgente dell’anno, cercando di conciliare qualità della rievocazione e sicurezza per i figuranti e gli spettatori.

Nell’ultima settimana abbiamo preso atto che in alcuni comuni umbri, anche non distanti da noi, si sono registrati nuovi contagi e dopo aver consultato anche gli organi preposti, abbiamo ritenuto, per precauzione, di desistere ed annullare, con voto unanime del Consiglio, il Palio dei Terzieri 2020.

È stata una decisione estremamente sofferta, ma questi nuovi casi, seppur pochi, devono essere per noi tutti un saggio campanello d’allarme. L’emergenza non è finita e l’attenzione deve restare alta.

Ci abbiamo provato, ci abbiamo provato con tutto l’impegno, ma alla fine, come successo anche ad Arezzo e Siena, abbiamo dovuto prendere la decisione più difficile.

Il nostro più sincero ringraziamento – conclude la nota dell’Amministrazione comunale – va a tutti i contradaioli che si erano da subito attivati, lavorando alacremente e con la solita dedizione e passione, per la preparazione del Corteo, delle splendide iniziative che erano in programma e per la Caccia al Toro”.