Cos’è un Mastermind e a cosa serve

Cos’è un Mastermind e a cosa serve

Una “formula” che sta diventando sempre più presente nel mondo della formazione per le aziende italiane.

share

Con la parola Mastermind si evidenzia un gruppo di persone che si riuniscono e che vicendevolmente si aiutano nello sbloccare e risolvere, problemi e progetti tramite le capacità e le idee di tutti i presenti.

Non a caso negli ultimi anni sta diventando virale la “formula” del Mastermind all’interno dei percorsi di formazione e crescita per le aziende.

Infatti è proprio grazie a queste riunioni tra professionisti e imprenditori, che ci si confronta su temi aziendali specifici e che risultano essere di forte impatto al rientro in azienda per i partecipanti.

Come si crea un Mastermind

Per avere un Mastermind di successo basta riuscire a organizzare un tavolo di almeno 4 persone.

L’incontro può variare nella durata, ma di solito a ogni partecipante vengono riservati dai 30 ai 60 minuti a testa, nei quali si deve esporre ai presenti tutti quelli che sono i dubbi e i problemi interni aziendali.

Al termine della sessione verranno forniti poi dei feedback da parte di ogni partecipante, così da ricevere delle vere e proprie consulenze in risposta ai propri quesiti.

Chi può partecipare

Ovviamente per chi decide di partecipare o organizzare un gruppo di Mastermind, ai fini di una buona riuscita dell’evento, ci sono delle regole che devono essere seguite in merito alla qualità e alle caratteristiche dei membri da coinvolgere:

  • Le persone devono essere più o meno dello stesso livello culturale e, nel caso specifico, essere degli imprenditori o dei liberi professionisti.
  • I componenti del gruppo devono essere disposti alla condivisione totale delle proprie problematiche così da permettere un corretto svolgimento delle sessioni.
  • Chi accede a un gruppo Mastermind lo deve fare con estrema serietà e rispetto delle varie discussioni che si terranno al tavolo, per dare e ricevere il miglior feedback possibile.
  • I partecipanti devono infine mantenere ciò che nel corso dei vari incontri andranno a promettere di migliorare grazie ai consigli dei colleghi. Questo darà la possibilità a tutti di migliorare e di trasformare in azione tutto ciò che di buono si è discusso nella riunione e di non abbassare il livello generale della classe di Mastermind.

I vantaggi

Come si parlava all’inizio, questi 4 semplici punti, racchiudono la “formula” essenziale che dà valore a questo tipo di esperienze nell’ambito della formazione per le aziende.

Inevitabilmente si avranno due tipi di vantaggi da tutto ciò:

  • Maggiori potenzialità economiche che scaturiscono dai consigli e dal confronto tra persone dello stesso livello
  • Maggiore capacità di superare gli ostacoli grazie all’acceleratore della condivisione, perché ovviamente l’unione di più menti produttive alla risoluzione di qualsiasi dubbio sono più impattanti del ragionamento del singolo.

L’aiuto sinergico tra aziende e professionisti rappresenta dunque una nuova sfida per chi deve ogni giorno gestire produzioni, risorse umane e sofferenze economiche.

Sicuramente un’evoluzione di ciò che fino a oggi si è visto nei vari corsi di formazione e che darà di certo nuovi spunti su come gestire le varie criticità.

“Il principio di Mastermind consiste in un’alleanza di due o più menti che lavorano in perfetta armonia per il raggiungimento di un obiettivo definito e comune. Il successo non viene senza la collaborazione degli altri.”            

Napoleon Hill

share

Commenti

Stampa