Coronavirus, a Todi risultato positivo uno del primo gruppo infettati

Coronavirus, a Todi risultato positivo uno del primo gruppo di infettati

Massimo Sbardella

Coronavirus, a Todi risultato positivo uno del primo gruppo di infettati

Controlli della municipale, ma senza denunce
Mar, 24/03/2020 - 17:41

Condividi su:


Coronavirus, a Todi risultato positivo uno del primo gruppo di infettati

Tampone positivo al Coronavirus per un uomo di Todi che era già in isolamento. Si tratta di una delle persone in osservazione perché diversi giorni fa si erano ritrovate in un piccolo gruppi, nel quale è risultato poi esserci una persona contagiata dal Covid-19.

I casi di tuderti contagiati sono quindi 5, tra i quali un ragazzo trasferito nei giorni scorsi all’ospedale di Perugia.

Le persone ancora in isolamento fiduciario sono 27, in calo: ci sono infatti tuderti usciti dalla quarantena dopo il secondo tampone negativo.

Ruggiano: “Grazie a Dio… e a noi”

Il sindaco Antonino Ruggiano parla di “risultato incredibile” a proposito del contenimento del contagio. Per il quale ringrazia Dio (“credo molto in Dio, spero che ci dia una mano“) e il lavoro di squadra tra il Comune, la Croce Rossa Italiana e il gruppo locale della Protezione civile. “Da due anni e mezzo – ricorda – abbiamo lavorato affinché quello di Todi diventasse il miglior gruppo della Protezione civile dell’Umbria, tra i migliori in Italia“.

Il Centro operativo comunale (Coc)

Ruggiano ha registrato il suo consueto videomessaggio ai tuderti dalla sede del Coc (il Centro operativo comunale) mostrando alcuni mezzi e le persone che ci lavorano.

Nella giornata di lunedì sono arrivate al Coc 468 chiamate di aiuto. Le famiglie assistite per la consegna di generi alimentari e farmaci sono 37. La Protezione civile di Todi assicura anche il pasto agli operatori sanitari dell’ospedale di Pantalla che ne hanno fatto richiesta.

I controlli

I tuderti sono diventati disciplinati. La polizia locale ha controllato 23 persone e 4 esercizi per il rispetto delle norme anti Coronavirus, non riscontrando per la prima volta alcuna irregolarità.


Condividi su: